Università, Recruiting Day con Lidl Italia srl



0
lidl università bari

Mercoledì 12 ottobre presso il Palazzo Ateneo, si svolgerà una giornata di selezione per offrire opportunità di lavoro a studenti e neolaureati. Presidente Basoni: “Bari un punto di riferimento”

L’ Università barese diventerà per un giorno la sede di una campagna di selezione intitolata “Passione per il successo“, realizzata in collaborazione con l’azienda Lidl Italia srl, leader della GDO e premiata per il secondo anno con il riconoscimento di “Best Workplace” dal Great Place to Work Institute.

Il 12 ottobre si svolgerà presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, nel Salone degli Affreschi in Palazzo Ateneo, un recruiting day in cui saranno presentate l’azienda Lidl e le concrete opportunità di lavoro rivolte a studenti e neolaureati.

L’incontro prenderà il via alle ore 09:30, e si dividerà in due fasi: in mattinata si terrà la presentazione dell’Azienda, con il saluto del Rettore Antonio Felice Uricchio, l’intervento del Delegato al Placement Giancarlo Tanucci, e le illustrazioni dell’Amministratore delegato di Lidl Massimiliano Silvestri; nel pomeriggio invece, gli studenti saranno i veri protagonisti nello spazio riservato ai colloqui individuali, dove tutti i ragazzilidl università bari potranno avere l’occasione di un confronto diretto con i selezionatori. Quindi tutti coloro che saranno interessati alle differenti offerte lavorative, avranno l’oppotunità di candidarsi. Infine, per permettere di scoprire a fondo il mondo lavorativo Lidl, tutti gli studenti selezionati avranno la possibilità di compiere un’esperienza in un reparto aziendale dove saranno affiancati da un manager che mostrerà loro le principali mansioni. Per poter partecipare all’evento è necessario prenotarsi al seguente link.

Le posizioni attualmente aperte, alle quali gli studenti e neolaureati potranno aspirare, sono: Graduate Program Generazione Talenti Vendite e Logistica, Responsabile di Filiale, Junior Real Estate Developer, International Trainee Program. Maggiori informazioni sulle competenze ricercate saranno comunicate il giorno dell’evento, mentre ulteriori informazioni sui percorsi di inserimento e formazione in Azienda sono consultabili sul sito lavoro.lidl.it.

Parla ai microfoni di Bari.Zon Stefano Basoni, Presidente del Consiglio degli Studenti e tra gli organizzatori dell’evento:

Quale è stata la principale ragione che vi ha spinto ad organizzare questo evento in collaborazione con Lidl Italia?

“Abbiamo organizzato questo evento perché di solito si parla molto di job placement e di orientamento lavorativo esterno, ma non molto spesso queste iniziative si realizzano realmente, perciò l’Università di Bari ha scelto di concretizzare tali parole e appartarsi direttamente con le aziende, come fanno anche altre grandi università d’Italia. Questo è stato reso possibile grazie alla collaborazione con l’ufficio del CAOT (Centro Ateneo Orientamento  e Tutoraggio), l’ufficio di Orientamento e l’ufficio di Job Placement. Inolte l’Amministratore delegato della Lidl Italia è un ex studente dell’uniba, ed essendo legato alla struttura voleva avere un rapporto col territorio dell’Università di Bari, e per questo noi siamo molto contenti di sponsorizzare e organizzare questo evento”

Vi aspettate un riscontro positivo a questo progetto da parte degli studenti e dei neolaureati?

“Ad oggi abbiamo registrato intorno alle 300 iscrizioni, inoltre, dalle web-mail inviate personalmente a tutti gli studenti di Bari, hanno risposto veramente in tantissimi. Dalle statistiche che stiamo registrando risulta che le richieste dei laureati e dei laureandi si equivalgono. Ciò dimostra come gli studenti ancora in corso di laurea hanno timore del futuro e perciò incominciano già ad informarsi per la ricerca di un futuro lavoro, infatti domande e richieste a riguardo arrivano anche da studenti del primo anno di corsi di laurea triennali e quintennali. Inoltre una domanda che mi viene spesso posta è se è possibile, da parte di uno studente che frequenta un determinato indirizzo di laurea come agriaria o farmacia, poter partecipare a queste iniziative anche se sono rivolte più a facoltà di economia e giurisprudenza. Noi ovviamente siamo aperti a qualsiasi indirizzo”.

Visto la grande risposta ottenuta dagli studenti, pensate che organizzerete altre iniziative del genere in futuro?

Sì, sicuramente terremo altri eventi. Questo perché il Rettore Antonio Uricchio sta promuovendo molto questi tipi di iniziative, ha messo al centro del suo programma il potenziamento del job placement. Molti studenti studiano principalmente per avere un lavoro, ma se non c’è un orientamento in uscita, è molto difficile trovarlo. È vero che da una parte lo studente deve mettersi in gioco, ma è anche vero che l’università deve essere la principale guida nel mondo del lavoro; quindi se l’università inizia a promuovere questi tipi di iniziative, come ha già fatto in passto e come farà in futuro, dà una concreta mano allo studente. Per il futuro, siamo già in contatto con altre aziende e cercheremo di tenere questi eventi molto freuentemente”.

Infatti anche negli anni precedenti avete organizzati eventi del genere, come con la Decathlon l’anno scorso…

Sì, la Decathlon partecipa da sempre con l’università…però stiamo cercando di creare un contatto con quelle aziende, come la Lidl, che invece non hanno mai avuto un rapporto col mondo universitario. È fondamentale che le aziende abbiano capito che il territorio di Bari, Città Metropolitana e capuologo di regione, è un territorio importante: Bari è un potenziale in quanto ci sono tantissimi laureati e tantissime giovani menti. Sapere che un’azienda come la Lidl, che ricava circa 70 miliardi di euro l’anno, abbia cercato in Bari un punto di riferimento, è per noi un grande pregio”.

Leggi anche