San Nicola 2016, il corteo storico del 7 maggio



0
San Nicola 2016 - corteo del 7 maggio, bari

Sabato 7 maggio apre letteralmente le danze l’ Edizione 2016 del Corteo Storico, l’evento tradizionale della Festa di San Nicola

Come ogni anno la città di Bari si prepara ad accogliere il tradizionale Corteo Storico di San Nicola, lo spettacolo popolare che ricostruisce dal vivo le gesta di un uomo che ha difeso i più deboli, portando così a generarsi quel senso di pietà religiosa e devozione popolare che contribuisce alla crescita culturale e sociale di un popolo.

L’Edizione 2016 del Corteo Storico è stato presentato nel dettaglio sabato 30 aprile, dal sindaco di Bari Antonio Decaro, presso il Fortino Sant’Antonio Abate.

San Nicola 2016 - corteo del 7 maggio, bari“L’edizione del Corteo di San Nicola dello scorso anno puntava sulla ricostruzione filologica della navigazione dei 62 marinai. Quest’anno invece saranno esaltati gli aspetti spettacolari della tradizione popolare, che racconta come i baresi vissero l’arrivo delle reliquie del vescovo di Myra nel 1087” – ha esordito il sindaco Decaro.

Il Corteo Storico sarà curato dalla DOC servizi soc. coop. (vincitrice della procedura pubblica per la realizzazione dell’evento), e affidata alla direzione artistica di Francesco Brollo, assistito da Laura Custode.

 “Da quando mi hanno chiesto di ideare un progetto per il corteo di quest’anno  ho sempre immaginato di valorizzare l’intera comunità barese, in tutte le sue componenti. Per questo ho cominciato a parlare con tutte le persone che guardano e vivono il corteo” – ha detto Francesco Brollo, aggiungendo – “In questo percorso mi sono stati di grande aiuto i padri della Basilica, il Comitato feste patronali ed Elisa Barucchieri, con cui abbiamo trovato una grande sintonia. Mi auguro che questo grande spirito di collaborazione si possa cogliere la sera del 7 maggio, rappresentando quel valore aggiunto per me irrinunciabile”.

Infatti, per la prima volta accanto al tradizionale corteo, si svolgerà uno spettacolo di danza aerea curato dalla compagnia di danza ResExtensa in collaborazione con Motus Modules e Noè – Molecole Show, e avente come regista proprio Elisa Barucchieri. Lo spettacolo è frutto della collaborazione tra il Comune di Bari e il teatro Pubblico Pugliese, e si avvale della sponsorizzazione di BCC- Banca di credito cooperativo e del sostegno di Futura Enterprise.

San Nicola 2016 - corteo del 7 maggio, bari “Quello che rappresenterò è un’aggiunta a questo corteo: tenterò di rappresentare il sogno, la leggerezza, l’aria, attraverso le evoluzioni della danza aerea. Il nostro spettacolo vuole mantenere una dimensione ultraumana, che prende forma nel cielo e sarà itinerante per essere visibile dal maggior numero possibile di persone.” – ha sottolineato la regista – “Con Francesco Brollo stiamo lavorando in un clima di grande intesa per la buona riuscita di questo evento. Assisterete a corpi sospesi in movimento, che rappresenta una novità assoluta nel panorama nazionale”.

Lo spettacolo di danza aerea, che si replicherà sino alla fine del corteo, rappresenterà tre dei miracoli di San Nicola: I Marinai, I Tre Generali, Il Grano. Ciascuna danza ha una coreografia di circa 3 minuti, ed è eseguita da danzatori professionisti appesi a due differenti strutture: un Ring, palco sul bilico di un TIR, alla quale saranno appesi i danzatori (massimo 4 in simultanea) ad un’altezza di 10 metri; e un Grappolo, struttura di palloncini gonfiati a elio, ai quali sarà appesa una danzatrice che si alternerà con altre due ballerine. Attorno a queste due strutture vi saranno danzatori a terra per brevi interventi coreografici di contorno, sincronizzati con le parti aeree.

Il corteo si svolgerà lungo il percorso tradizionale, transennato per garantire sicurezza e visibilità, e torneranno a sfilare i cavalli, accompagnati da giocolieri e sbandieratori. Per la prima volta inoltre  parteciperà al corteo Harmonia, il Coro dell’Ateneo Barese diretto dal Maestro Sergio Lella, che lungo il percorso canterà la ballata Io son un pellegrin e la lauda Ciascun che fede sente, presentando La dote delle tre fanciulle (3°quadro).

La prima parte del corteo sarà incentratra sul legame tra il Popolo e il Santo, mentre Nobili e Chiesa ne caratterizzeranno la seconda parte, al centro delle quali c’è la descrizione della Traslazione, seguita dall’emblema della Caravella, elemento di unione tra i poteri forti della corte medievale barese e il popolo.

Tutti gli elementi appena destritti, si distribuiranno in ben 9 differenti quadri del corteo: I Marinai dell’impresa Il Miracolo dei tre fanciulli La dote delle tre fanciulle Traslazione a Myra in Turchia La Terra di Bari, il popolo annuncia festoso l’arrivo del SantoLa Corte di Bari La Chiesa La Caravella Coda del corteo.

San Nicola 2016 - corteo del 7 maggio, bariEcco il programma completo con rispettivi luoghi e orari:

  • Baia di San Giorgio, ore 17.00. Una delegazione del corteo composta da quattro soldati normanni, due monaci benedettini e sei marinai presenzierà al rito religioso che precede l’imbarco della Sacra icona nicolaiana.
  • Molo San Nicola, ore 19.30. San Nicola, rappresentato da un figurante, assiste allo sbarco della Sacra icona e la scorta tra i vicoli di Bari vecchia, fino ad arrivare al Castello, punto di partenza del corteo storico.
  • Castello Svevo, ore 20.30. Partenza del corteo da piazza Federico II di Svevia lungo il seguente percorso: via San Francesco D’Assisi-piazza Giuseppe Garibaldi-corso Vittorio Emanuele II-corso Cavour-via Sabino Fiorese-piazza Eroi del Mare-lungomare Araldo di Crollalanza-lungomare Imperatore Augusto-Basilica di San Nicola.
  • Piazza San Nicola, ore 22.30. Consegna dell’effige al priore. Tutto il Corteo giungerà dal lungomare fino alla Basilica. I figuranti supereranno la Basilica fino a largo Abate Elia, mentre una delegazione dei componenti del corteo si fermerà davanti alla Basilica per la consegna del Quadro. Qui saranno replicati in sequenza tutti i quadri presentati nel corteo. Uno spettacolo di sbandieratori anticiperà l’ingresso della Barca con l’effige del Santo, che sarà consegnata al Priore dal marinaio Matteo e dall’Abate Elia.

Il Corteo Storico di San Nicola Edizione 2016 ha potuto essere realizzato e organizzato, grazie alla grande voglia e devozione che hanno dimostrato tutti coloro che vi hanno partecipato e che vi parteciperanno in prima persona; voglia e devozione non offuscata dall’eccellenza, ma accompagnata da una continua tendenza al migliorarsi e all’imparare sempre qualcosa in più, come affermano le parole del sindaco Antonio Decaro:

“Ogni anno punteremo ad acquisire un elemento nuovo che si aggiungerà al materiale degli anni precedenti, così da creare un patrimonio consolidato di esperienza e di strumenti. Da oggi, siamo tutti impegnati a richiamare l’attenzione sul nostro corteo storico e su  uno spettacolo straordinario che permetterà a tutti di conoscere la nostra storia, le nostre tradizioni, e la nostra città, con la possibilità di assistere alla rappresentazione dei miracoli di san Nicola lì dove è giusto che siano, sospesi nella magia del cielo”.

Leggi anche