Riqualificazione aree pedonali del centro, ci sono i primi bandi

0
riqualificazione

In fase di pubblicazione i bandi per la riqualificazione delle aree pedonali del centro cittadino. Si comincia in primavera da via Argiro e via Roberto da Bari

Il centro di Bari continua a rifarsi il look. Dopo via Sparano, anche altre aree centrali della città saranno interessate dagli interventi di riqualificazione previsti dalla chiusura al traffico delle auto che mira alla creazione di più spazi pedonali nel cuore del reticolo urbano barese. L’obiettivo, dichiarato a più riprese dall’amministrazione Decaro, è rendere il murattiano uno spazio nevralgico di socializzazione attraverso la costituzione di apposite isole pedonali.

Vanno in questa direzione le procedure di gara attualmente in fase di pubblicazione nella sezione Bandi di gara e Contratti del sito istituzionale, che riguardano i lavori di riqualificazione dei tratti pedonali di via Roberto da Bari e la sistemazione di arredo urbano di piazza Federico II di Svevia e il rifacimento complessivo dei marciapiedi di via Argiro.

L’intervento consentirà di uniformare il livello della strada (marciapiede, carreggiata, marciapiede), rendendola più omogenea e quindi più idonea all’utilizzo pedonale. Tale strategia si attuerà attraverso pavimentazioni uniformi e una ridefinizione delle quote della fascia centrale. In particolare si prevede la rimozione della parte di asfalto e il recupero delle basole in pietra lavica che verranno ricollocate, dopo adeguata pulizia e rilavorazione, ad una quota prossima a quella degli attuali marciapiedi pedonali e con le opportune pendenze per il deflusso delle acque che saranno convogliate in zanelle (in pietra calcarea), in modo da raggiungere le caditoie già presenti in prossimità degli incroci stradali. Per i marciapiedi si prevede la sostituzione delle attuali pavimentazioni in mattonelle di cemento con lastre in pietra calcarea. Al termine del cantiere, su entrambi i tratti stradali interessati dai lavori saranno riposizionate le fioriere e installati portabiciclette e cestini portarifiuti.

Quanto a piazza Federico II di Svevia, pedonalizzata e di recente interessata dagli interventi di riqualificazione, la gara prevede l’acquisto e l’installazione di panchine, fioriere, cestini portarifiuti e rastrelliere portabiciclette. L’importo a base di gara è pari a 272.085 €, il termine di scadenza per la presentazione delle offerte è fissato alle ore 12 del 26 gennaio 2017. Il tempo utile per l’esecuzione dei lavori è fissato in 120 giorni effettivi e consecutivi dalla data del verbale di consegna.

Il secondo progetto, riguarda la riqualificazione dei marciapiedi di via Argiro, ormai soggetti all’usura del tempo e ceduti in più punti, che possono rappresentare un rischio per i cittadini. I lavori riguarderanno la ripavimentazione di tutti i marciapiedi e di tutti i tratti ortogonali presenti nella stessa via, a partire da piazza Umberto fino a corso Vittorio Emanuele, con la realizzazione di nuovi percorsi per le persone diversamente abili. La prima fase riguarderà l’allestimento del cantiere che sarà realizzato un isolato per volta al fine di ridurre i disagi per i cittadini e i commercianti. A tal fine saranno utilizzate recinzioni in orso grill e, in corrispondenza di ogni ingresso ad attività commerciali e condomini, verrà realizzata una passatoia con corrimano in materiale resistente e facilmente amovibile. Sarà inoltre predisposta l’illuminazione notturna.

La seconda fase riguarderà la demolizione della pavimentazione del marciapiede e successivamente la posa in opera della nuova pavimentazione. Nel corso dei lavori la strada sarà dotata di pavimentazione Loges e di nuovi “scivoli” per consentire la piena fruizioni degli spazi anche ai cittadini disabili. Tali percorsi verranno realizzati sia metà di ognuno degli isolati sia in corrispondenza degli angoli.

L’importo della gara ammonta complessivamente a 582.738,82 €; il termine di scadenza per la presentazione delle offerte è fissato alle ore 12 dell’8 febbraio 2017.

Con questi lavori completiamo la riqualificazione delle strade del centro cittadino che sono state chiuse al traffico in modo da creare vere e proprie isole pedonali uniformi – dichiara l’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso. Dopo la fase iniziale di assestamento, dovuta alla chiusura della circolazione delle auto, oggi le strade in questione sono vissute dai cittadini, ospitano attività economiche nuove e hanno generato un nuovo stile di vita e occasioni di socializzazione che prima non esistevano“.

“L’ultimo caso positivo è sicuramente quello dell’isolato di via Roberto da Bari, a ridosso dell’Ateneo. Per questo abbiamo lavorato con uno sforzo maggiore negli ultimi mesi del 2016 per ultimare i progetti di riqualificazione delle strade pedonali e avviare le gare per realizzare i lavori. In questo modo, con i lavori di restyling di via Sparano, avremo le maggiori aree pedonali del centro cittadino completamente riqualificate. Nello stesso appalto è previsto anche l’acquisto degli arredi per piazza Federico II di Svevia da poco liberata dalle auto e riqualificata”.