Referendum No-Triv, l’incontro domani a Giurisprudenza



0
Referendum

“Referendum No – triv”, Uniba apre le porte al dibattito: domani alle 16:00 presso l’Aula Aldo Moro del Dipartimento di Giurisprudenza

Si terrà domani 5 aprile, alle ore 16:00 presso l’Aula Aldo Moro del Palazzo di Giurisprudenza, piazza Cesare Battisti 1, il congresso “ Referendum – No Triv”, evento organizzato dall’associazione studentesca ‘Studenti Per’.

In attesa del referendum del prossimo 17 aprile, l’Università apre le porte a tutti i cittadini. L’evento rivolto al pubblico è orientato alla sensibilizzazione non solo dell’utenza studentesca, circa l’argomento che da mesi ormai interessa tutti i canali d’informazione nazionale: “Volete che, quando scadranno le concessioni, vengano fermati i giacimenti in attività nelle acque territoriali italiane anche se c’è ancora gas o petrolio?”.

Il dibattito interno alla prima forza politica del Paese è stata il lait motiv degli ultimi mesi: la rottura interna al partito democratico ha portato allo scontro, forte, tra il Governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, ed il Presidente del Consiglio Matteo Renzi. Se l’ex sindaco di Bari è stato tra i promotori della campagna referendaria contro la concessione di nuove autorizzazioni, il premier Matteo Renzi ha remato nelle ultime settimane in direzione opposta proponendo come linea di partita l’astensionismo.

Al tavolo dei relatori saranno presenti i docenti Uniba Alessandro Torre e Raffaele Rodio, entrambi ordinari di Diritto Costituzionale, il professore Vincenzo Muscatiello, associato di Diritto Penale, Massimiliano Boccone, referente del gruppo locale Bari di Greenpeace, e il dott. Domenico Santorsola, assessore regioanle all’ambiente.

Maggiore informazioni sono reperibili presso la pagina dell’evento: https://www.facebook.com/events/1526607827643407/

La redazione di Zon.Bari, in qualità di Media Partner dell’iniziativa, seguirà in diretta l’evento durante tutto il trascorrere della giornata e divulgherà le dichiarazioni in tempo reale direttamente tramite la nostra pagina Facebook.

Leggi anche