Progetto Young Market Lab, il mercato coperto riprende vita



0
progetto

Il mercato coperto di Carbonara riprende vita: nasce il progetto YOUNG MARKET LAB

Riattivare spazi inutilizzati per avviare idee di microimprenditorialità. Si presenta come ambizioso ed innovativo il progetto lanciato in cooperativa dalle associazioni APS Kreattiva, Action Aid International Italia Onlus, Pop Hub, APS BAM e Ouishare col supporto dell’amministrazione comunale di Bari.

progetto
Progetto Young Market Lab, il mercato coperto riprende vita

Il target è individuato nella fascia di cittadini compresa tra i 16 ed i 35 anni, che seguiranno percorsi di formazione all’economia collaborativa. I lavori seguono una precisa fase in tre gradi (consultazione, soluzione e co-progettazione), risultanti in indagini di mercato per la ricerca di risorse e bisogni territoriali con conseguente formazione di squadre multidisciplinari da 6 membri. Le vision dei team saranno sottoposte a votazione on-line sul portale www.ymlbari.it, e le 5 più suffragate, risulteranno beneficiarie di un finanziamento per l’avvio dell’impresa e avranno opportunità di accesso a workshops imprenditoriali supervisionati dal partner Ouishare.

Fine del progetto è quello di rilanciare luoghi dismessi del mercato coperto dello storico quartiere di Ceglie-Carbonara – oggi IV Municipio del capoluogo metropolitano pugliese – che si rivela quasi ideato appositamente, con i suoi ben tredici box in disuso da affidare ai progetti più originali promossi da YML. Positivamente colpito il sindaco Antonio Decaro, presente alla conferenza, che dichiara di essere soddisfatto del feedback ricevuto dalle associazioni giovanili.

Sarà un metodo per instradare nuove start-up e rilanciare il quartiere, – prosegue il Primo Cittadino – stimoli molto importanti che avranno anche ripercussioni turistiche; penso, per esempio, ad un iter di riscoperta del patrimonio storico delle chiese rupestri e degli ipogei capillarmente distribuiti nella zona”.

Tiepida la risposta dei cittadini in conferenza stampa, preoccupati dalla stasi economica e culturale della loro “Caelia”, contrapposta al grande ottimismo dell’amministrazione centrale, che confida profondamente nel fenomeno YML come potenziale promotore non solo di attività legate al mercato.

Certamente, al netto delle singole posizioni, presentandosi come scuola di pensiero d’impresa e di riattivazione, YML si candida ad essere una delle novità che possono portare ancora in alto il nome di Bari come apri fila meridionale dell’efficienza commerciale e non solo.

Leggi anche