Polizia Ferroviaria, boom di arresti e sanzioni tra luglio e agosto

0
polizia

Tre arresti e trentadue indagati nell’ambito delle operazioni di sicurezza svolte dalla Polizia Ferroviaria nei mesi estivi. Ben settantuno le sanzioni amministrative

Super lavoro per gli agenti della Polizia Ferroviaria nei mesi estivi, soprattutto per quel che riguarda la settimana di Ferragosto, su treni e stazioni, e che proseguirà per tutto il resto dell’estate. Lavoro, quello delle divise blu, acuito dall’allerta terrorismo che sta contraddistinguendo gli ultimi mesi in giro per il mondo.

Numerose, infatti, le pattuglie impiegate dalla Questura di Bari al fine di garantire un adeguato controllo all’interno delle  zone sensibili degli scali ferroviari, ponendo  particolare attenzione ai depositi bagagli, ai piazzali antistanti le Stazioni Ferroviarie ed a bordo dei treni del trasporto regionale e della lunga percorrenza diurna e notturna.

I poliziotti del Compartimento della Polizia Ferroviaria Puglia, Basilicata e Molise, coadiuvati da personale delle Unità Cinofile antidroga e anti-esplosivo e del  Reparto Prevenzione Crimine, nei mesi di luglio ed agosto hanno provveduto, in ambito compartimentale, a controllare ed identificare 15.014 persone, di cui 2.469 stranieri.

Il dato inerente il Settore Operativo di Bari Centrale è di 4.500 persone identificate, di cui 700 straniere; tra queste 6 sono risultate non in regola con le norme che disciplinano il soggiorno di cittadini extracomunitari sul territorio nazionale.

Tre gli arresti eseguiti dagli agenti della Polizia Ferroviaria nell’ambito di questa operazione. Diversi i capi d’accusa imputati a coloro che sono finiti in manette: il primo per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti (gli sono stati trovati addosso 100 gr. di hashish), il secondo è finito in carcere, e ci resterà per i prossimi 4 anni, per lesioni gravi, e il terzo per evasione dagli arresti domiciliari. L’operazione ha portato, inoltre, ad indagate su altre trentadue persone, attualmente in stato di libertà, tra cui dodici stranieri.

Sono stati, inoltre, effettuati 806 servizi di vigilanza nell’ambito degli scali ferroviari e 52 specifici servizi antiborseggio, che hanno portato a comminare ben 71 sanzioni amministrative. La PolFer ha, inoltre, assicurato nei mesi di luglio e agosto la presenza di 242 pattuglie della su 448 treni passeggeri regionali e a lunga percorrenza, notturna e diurna.

Particolare attenzione è stata rivolta, infine, al contrasto del fenomeno dei furti di cavi di rame a danno delle Imprese ferroviarie assicurando 116 servizi di pattugliamento ed effettuando controlli ai depositi di materiale ferroso che sono stati sottoposti a verifica amministrativa.