Policlinico, donna di 77 anni muore dopo una colonscopia

0
policlinico

Policlinico: a venti giorni da un accertamento in colonscopia, muore una donna di 77 anni. I familiari denunciano la responsabilità dei medici

La Procura di Bari apre un’inchiesta in seguito alla denuncia dei familiari della vittima. Dopo essere stata ricoverata al Policlinico nel reparto di gastroenterologia, una donna barese di 77 anni, non si sarebbe più svegliata dallo stato di sedazione e nei venti giorni successivi sarebbe stata sottoposta ad altri due interventi chirurgici fino al decesso.

Sono state iscritte al registro degli indagati 32 persone tra medici e infermieri di quattro reparti del Policlinico barese dal Pubblico Ministero Federico Perrone Capano, con l’accusa di omicidio colposo.

Disposta dal pm ai professionisti competenti l’autopsia sulla donna che dovrà accertare le cause della morte e le eventuali responsabilità dei sanitari. I due figli della vittima denunciano l’accaduto asserendo che la vittima dopo il primo ricovero presso il Policlinico per un accertamento diagnostico in colonscopia, non si sarebbe più svegliata. La donna sarebbe stata intubata e avrebbe subito un intervento di pneumotorace nel quale, secondo la versione dei familiari, sarebbero state lesionate le vie aeree.

Successivamente la donna sarebbe stata ricoverata tempestivamente in rianimazione e nei giorni successivi sarebbe stata sottoposta ad altri accertamenti oltre che a un intervento toracico, fino al decesso.

Si attendono i risultati dell’autopsia per comprendere se ci sono eventuali responsabilità dei sanitari del Policlinico o se il decesso è dovuto a complicazioni naturali.