Incidente tra un’ambulanza e un auto a Poggiofranco



0
Incidente

Nuovo incidente tra viale Kennedy e via Giulio Petroni: stamattina un’ autovettura si è scontrata prima con un’ambulanza e poi con un’altra auto.

Dopo l’ incidente avvenuto lo scorso 26 gennaio in via Quintino Sella, che ha visto coinvolta una donna che l’ambulanza stava trasportando in codice rosso al

ambulanza3policlinico di Bari, e che ha perso la vita dopo l’impatto, questa volta un nuovo scontro è avvenuto in viale Kennedy presso il quartiere Poggiofranco. La vicenda si è svolta in questo modo: stamattina alle 7.30 un’ambulanza che proveniva dal Policlinico e che si dirigeva presso l’ospedale pediatrico Giovanni XXIII in via Amendola, trasportando un bambino di 6 anni in codice rosso per una crisi d’asma, si è scontrata contro un’autovettura, una Opel Agila, che proveniva da Giulio Petroni. L’ incidente è infatti avvenuto all’incrocio con Via Giulio Petroni, dove l’ambulanza aveva la sirena accesa. Successivamente, l’Opel Agila ha urtato contro una Renault Scenic che proveniva dalla direzione opposta.

Il conducente dell’Opel Agila ha dichiarato ai vigili urbani accorsi sul luogo dell’ incidente, di essere passato con il semaforo verde. A causa del violento scontro, un infermiere che si trovava all’interno dell’ambulanza ha riportato un grave trauma alla spalla e al braccio destro.

Il tutto è avvenuto nei pressi di un distributore di benzina, e infatti, i titolari di quest’ultimo hanno chiamato i soccorsi che sono giunti sul posto nel giro di pochi minuti. Successivamente, sul luogo dell’ incidente, sono giunte altre due ambulanze che hanno trasportato il bambino e l’infermiere ferito, in ospedale. Il conducente del mezzo di soccorso era in stato di choc. Inoltre, ad accompagnare il bambino di 6 anni, c’era anche la madre, che però non sembra aver riportato gravi ferita a causa dell’impatto.

Questa vicenda porta alla luce ancora una volta la questione relativa al rispetto del codice della strada da parte delle ambulanze in casi di emergenza, questione già sollevata ma non affrontata lo scorso gennaio dopo il precedente incidente. I residenti di viale Kennedy, infatti, hanno più volte sollecitato la realizzazione di una rotatoria nei pressi dell’incrocio di cui stiamo parlando, onde evitare i frequenti scontri che avvengono sempre più spesso, in media uno ogni dieci giorni.

 

Leggi anche