Nuovi asili nido comunali, aperte le iscrizioni

0
nuovi

Da oggi fino al 23 settembre sarà possibile iscrivere i bambini ai nuovi asili nido comunali di Carbonara e San Girolamo. Romano: “i nuovi nidi attivi da fine ottobre

Tutto pronto o quasi per inaugurare i nuovi asili nido comunali “Montessori” di Carbonara e “Costa” di San Girolamo. Sono, infatti, aperte da oggi le iscrizioni dei bambini alle nuove strutture per l’anno educativo che sta per iniziare.

Per accedere all’iscrizione è necessario registrarsi sul sito istituzionale del Comune, e con quelle credenziali accedere alla sezione “Guida ai servizi” del portale istituzionale – Servizi on line – asili nido comunali: iscrizioni e pagamento.

Gli utenti interessati a ricevere supporto nella procedura di iscrizione online, potranno recarsi, a partire dal 24 agosto ed entro la data del 23 settembre presso le strutture del Comune: il Municipio 3 (martedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.30 alle ore 17.30), il Municipio 4 (martedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 e mercoledì e venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30), Ripartizione Politiche educative giovanili e del lavoro (martedì: dalle ore 15.00 alle ore 17.00 e mercoledì e venerdì dalle ore 9.30 alle ore 12.30). Il sistema di registrazione online non accetterà altre richieste di iscrizione pervenute oltre il termine del 23 settembre.

Stiamo tenendo fede a un impegno preso in campagna elettorale – le orgogliose dichiarazioni dell’assessora alle Politiche Educative e Giovanili Paola Romanoquello di dotare la città di due nuovi spazi di cura per i più piccoli in due quartieri finora sprovvisti di nidi pubblici. I lavori di riqualificazione degli immobili sono praticamente terminati e in questi giorni iniziano ad arrivare gli arredi che renderanno questi nuovi spazi gradevoli e accoglienti, consoni ad ospitare le attività rivolte ai bambini dagli zero ai tre anni. Contiamo di avviare l’anno educativo all’interno dei due nuovi nidi entro la fine di ottobre, quindi in leggero ritardo rispetto ai nidi già avviati, ed è bene che le famiglie ne siano consapevoli”.