Migranti: GDF ferma un barcone a Leuca

0
migranti

La Guardia di Finanza ha fermato nella notte due scafisti turchi, che cercavano di sbarcare trentasei migranti nei pressi di Santa Maria di Leuca

Ancora un tentativo di sbarco di migranti sulle coste salentine. Questa notte, infatti, intorno all’una e mezza, un veliero di oltre 13 metri è stato intercettato da una vedetta del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Bari, a circa due chilometri dalla località di Punta Ristola, nei pressi di Santa Maria di Leuca, mentre navigava verso la costa.

I militari delle Fiamme Gialle hanno, dunque, affiancato l’imbarcazione, constatando immediatamente la presenza dei numerosi migranti a bordo. Intercettati i due presunti scafisti, il barcone è stato immediatamente bloccato e condotto presso il vicino porto di Leuca, dove nel frattempo era stato allertato il dispositivo di supporto. Presso le strutture portuali sono stati sbarcati i migranti, cui è stata garantita l’assistenza medica necessaria, prima del loro trasferimento al Centro Don Tonino Bello di Otranto, dove il Pool Anti-Immigrazione della Procura di Lecce espleterà le procedure di identificazione e gli approfondimenti necessari. Due migranti, prima di raggiungere il Centro, sono stati trasportati presso l’ospedale di Tricase per accertamenti e poi subito dimessi.

Gli uomini della GDF hanno, ovviamente, proceduto al controllo della zona costiera interessata al fenomeno degli sbarchi, per controllare che non ci fossero altri barconi al seguito di quello già fermato. Completati i primi accertamenti a terra, il veliero è stato condotto presso gli ormeggi della Sezione Operativa Navale di Gallipoli e messo sotto sequestro. I due scafisti, di nazionalità turca, sono stati fermati e posti a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Lecce.

I migranti, di presunta nazionalità somala, afgana, siriana e iraniana e per i quali sono in corso le procedure di identificazione, sono stati contati in 36, di cui 28 adulti e 8 minori, in alcuni casi anche molto piccoli. L’operazione di ieri notte segue di una settimana quella condotta dai finanzieri della Sezione Operativa Navale di Otranto che aveva portato all’arresto di tre scafisti di nazionalità georgiana e alla cattura di un altro vascello di fortuna, sbarcato nella zona della baia di Orte carico di una cinquantina di migranti, anch’essi provenienti da Africa e Medio-Oriente.