Legge di Stabilità: si discute in Senato

0
legge

A breve approderà in nell’aula del Senato il maxi-emendamento sulla legge di Stabilità 2016, al quale sono state apportate importanti modifiche dalla Commissione Bilancio

La votazione degli emendamenti in  commissione è durata sino a tarda notte, prevedendo modifiche come, l’abolizione della TASI sulla prima casa per i coniugi separati; conferma della soglia contante a mille euro per i money transfer e l’aumento a 3mila euro per le altre operazioni; canone RAI dilazionato in 10 rate con l’esenzione per gli over 75 con reddito sino a 8.000 euro al mese (da 6.700 euro)

leggeNiente misure per il Sud, aria fritta sulla sicurezza, propaganda sulle tasse e tagli lineari che feriscono a morte la sanità’ anziché cesoie sulla spesa improduttiva per abbassare drasticamente le tasse e favorire la crescita: questa e’ la legge di stabilita’ dell’inganno. – lo dichiara in una nota il Senatore Barese Luigi d’Ambrosio Lettieri (CoR) – Una manovra in deficit che dietro l’angolo nasconde clausole di salvaguardia capestro che alla fine peseranno ancora una volta sulle spalle di famiglie, imprese, disoccupati, giovani e donne. E’ tanto piu’ vergognosa la sceneggiata che sta andando in onda in Commissione Bilancio del Senato proprio sui provvedimenti a favore del Sud, che il governo non vuole inserire nella manovra, essendo ancora impreparato nonostante i roboanti annunci sul masterplan, mentre si registrano i rilievi della Commissione europea che rimanda la legge di stabilita’ alla prossima primavera, quando, con tutta probabilita’, Renzi dovrà rimangiarsi la paghetta irrisoria di oggi con una manovra correttiva che aumenterà le tasse

I lavori in Senato dovrebbero concludersi fra venerdì 20 e sabato 21, la settimana prossima la legge di Stabilità passerà alla Camera. Manca un mese di tempo prima della approvazione definitiva, vedremo se alla camera il dibattito spingerà il governo a modificare qualche punto importante per il meridione.