Giovani: Bari candidata a loro capitale nel 2017

0
giovani

Bari compete con Palermo e Venezia per diventare prossima capitale italiana dei giovani nel 2017. Importante il sostegno di tutte le associazioni

I giovani nel 2017 saranno protagonisti dell’offerta culturale e delle attività promosse dalla città metropolitana di Bari. Questa è almeno la speranza dell’assessora alle Politiche educative e giovanili Paola Romano e di tutta la cittadinanza.

La città metropolitana di Bari, quindi il capoluogo pugliese e tutti i 41 comuni afferenti, si è candidata come capitale italiana dei giovani per il 2017. A questo scopo è stato presentato un dossier dal titolo “Pop Adriatic city” in cui si evidenziano gli assetti infrastrutturali, di capitale umano e di talento che distinguono il nostro contesto metropolitano sul fronte delle politiche pubbliche e private orientate alla promozione del protagonismo giovanile.

A giugno il Comitato promotore, composto da Forum Nazionale dei Giovani, Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Agenzia Nazionale per i Giovani e ANCI Giovane, ha individuato come finaliste le città di Bari, Palermo e Venezia. Bari è arrivata in finale ma ora è necessario dettagliare la proposta di candidatura raccogliendo le idee e le buone pratiche presenti sul territorio promosse dai giovani baresi in vista della fase conclusiva.

Per questo, il Comune di Bari invita tutte le organizzazioni/associazioni impegnate sul fronte delle politiche giovanili, che abbiano sede legale in città, a partecipare attivamente alla co-progettazione e all’attuazione delle iniziative finalizzate alla promozione di un maggior protagonismo giovanile compilando un format di adesione alla candidatura della città metropolitana di Bari a Capitale Italiana dei Giovani 2017.

L’assora Paola Romano, incitando tutte le associazioni che si occupano di politiche giovanili a prendere a cuore questa causa, ha affermato che Bari è la sesta Città metropolitana d’Italia e la seconda nel Mezzogiorno in termini di estensione, e il suo futuro poggia sulla sua capacità di internazionalizzarsi e di aprirsi al mondo, garantendo al contempo una migliore qualità della vita per i suoi giovani”.

Le associazioni interessate possono rispondere all’avviso online attraverso questo link insieme al format di adesione entro e non oltre il 14 luglio.