Fondazione Petruzzelli, Decaro: “salva entro l’anno”



0
fondazione

Il sindaco garantisce l’impegno dell’amministrazione comunale per “tenere in vita una Fondazione senza cui non avremmo un teatro funzionante

Entra nel vivo la spinosa questione legata al Teatro Petruzzelli e alla Fondazione omonima, che rischia di scomparire a causa della vertenza mossa da 170 ex dipendenti (tra artisti, tecnici ed amministrativi), decisi ad impugnare una sentenza della Corte di Cassazione per avere giustizia sui licenziamenti avvenuti nel periodo 2007-2010.

Dopo che l’ex Presidente del Consiglio d’Indirizzo della Fondazione Petruzzelli, Gianrico Carofiglio, se n’è chiamato fuori, la patata bollente è passata direttamente nelle mani del sindaco Decaro, che ieri, in riunione, ha tenuto a mettere ordine in una situazione che continua ad apparire nebulosa. All’ordine del giorno le decisioni sul contenzioso con il personale e l’approvazione della nuova stagione.

Il nostro obiettivo è salvare la Fondazione Petruzzelli – dichiara senza mezzi termini Decaro. Senza Fondazione non ci sarebbe più un teatro funzionante, un pezzo vitale della nostra comunità, un presidio culturale di valore inestimabile“. Una responsabilità da cui il primo cittadino non intende fuggire, mantenendo nelle sue mani “la funzione di Presidente, visto il passaggio che affrontavamo oggi che richiedeva la partecipazione diretta del Sindaco e un’assunzione di responsabilità corale e senza fraintendimenti. Occorreva dare sicurezza ai componenti del Consiglio e forza alle decisioni assunte, visto il percorso difficile che si è prefigurato nei mesi scorsi ed al quale la Fondazione sta facendo fronte con decisione“.

Sul tavolo, Decaro ha posto una duplice strategia d’intervento per sanare la situazione legata alla Fondazione: “percorreremo due strade distinte: da un lato, la Fondazione transigerà le controversie con il personale che non intende rientrare in organico. Parallelamente, si assumerà il personale restante. Sulla base della pianta organica vigente saranno prese le ulteriori decisioni, con l’unico obiettivo di mettere in sicurezza la Fondazione”.

Un obiettivo a brevissima scadenza, stando a quanto dice il sindaco: “la previsione è di concludere la vicenda entro l’anno“. Eppure, garantisce Decaro, l’urgenza che reclama la risoluzione del contenzioso non sarà d’ostacolo alla giustizia nei confronti di chi ha mal amministrato la Fondazione negli scorsi anni: “non lasceremo impuniti i responsabili di questa situazione. Proseguirà infatti l’indagine interna con l’obiettivo di chiamare ai danni i funzionari che hanno sbagliato”.

Decaro, tuttavia, non dimentica l’apporto fondamentale pervenuto da altri enti negli ultimi mesi per arginare l’emorragia interna alla fondazione, e in particolare “la Regione Puglia che ha messo a disposizione fondi straordinari per sostenere nel 2016 la Fondazione in questo passaggio. Grazie ad una prospettiva che si fa sempre più nitida, abbiamo potuto approvare le linee della nuova stagione che si annuncia straordinaria. Anche perché il Teatro deve continuare nelle azioni portate avanti fino ad oggi, ad allargare il suo pubblico e ad occupare sempre più le pagine culturali dei grandi quotidiani invece che quelle di cronaca. Il nostro obiettivo è fare vivere il teatro tutti i giorni dell’anno, mostrandolo con orgoglio come uno dei principali patrimoni e attrattori della città“.

Leggi anche