Cordoglio per le vittime dello scontro ferroviario

0
cordoglio

Dal rettore dell’Università di Bari al Presidente della Repubblica: si esprime il cordoglio per le vittime dello scontro ferroviario avvenuto in Puglia

A pochi giorni dalla mattina del 12 luglio, che ha visto la perdita di 23 persone a causa dello scontro frontale di due treni della Bari Nord nel Comune di Andria, i rappresentanti delle varie istituzioni del paese esprimono il proprio cordoglio.

Dopo le prime condoglianze alle famiglie delle vittime, espresse dal Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, dal Sindaco di Bari Antonio Decaro, dal Presidente e vice-presidente della Regione Michele Emiliano e Antonio Nunziate, e dal Ministro delle infrastrutture e dei trasporti,  Graziano Delrio,  si aggiungo quelle del magnifico rettore dell’Università degli Studi di Bari, Antonio Uricchio; comunicate in un messaggio indirizzato all’intera regione Puglia.

A nome di tutta la comunità accademica, il rettore Antonio Uricchio esprime profonda commozione per la tragedia che ha così duramente toccato l’intero paese e la Puglia in particolare. La comunità tutta è vicina  alle vittime di questa immane tragedia che ha colpito anche tre nostri giovani studenti che avevano affidato  la loro formazione, il loro futuro, i loro sogni e le loro speranze all’alto magistero dell’Università di Bari.

L’università resterà in lutto fino alle esequie, ed è vicina all’intera comunità territoriale e costituzionale, nonché, ovviamente, ai parenti delle vittime.

Abbracciamo commossi le loro famiglie […] e affidiamo alla fede e alla preghiera il lenimento di un dolore così grande e inconsolabile per l’intreccio di un fato così avverso.

È intanto atteso, al Policlino di Bari, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, che proprio in queste ore sta raggiungendo l’unità sanitaria per visitare la camera ardente, ed esprimere di persona, ai parenti delle vittime, le proprie condoglianze.