Code, ritardi e disagi: il lunedì nero delle Ferrovie Sud Est

0
ferrovie
Facebook - Ferrovie Sud Est: La Voce dei Viaggiatori

Viaggiatori imbestialiti, treni stracolmi e orari sballati nel giorno dell’inizio della scuola. Ferrovie Sud Est nel caos dopo la sospensione degli ATR: “disagi anche martedì

Si è rivelato un fiasco totale il test di Ferrovie Sud Est, alle prese con il blocco dei 25 treni ATR (i cosiddetti “vagoni d’oro”) nel giorno in cui sono ricominciate le scuole. Il 12 settembre 2016 passerà alla storia dell’azienda ferroviaria barese come un lunedì nero, per disagi, disservizi e malcontento dei passeggeri.

Il blocco dei treni previsto dall’USTIF ha gettato nel caos il servizio di Ferrovie Sud Est, che è stata costretta a far saltare diverse corse dalle varie stazioni coperte dai propri treni, e non sempre è riuscita a sostituire le corse ferroviarie con quelle su strada, creando code infinite, attese bibliche e disagi diffusi.

I pochi “fortunati” che sono riusciti a montare sui treni superstiti lo hanno fatto in condizioni piuttosto disagiate: pendolari accalcati uno sull’altro (alcuni costretti a viaggiare nel bagno), poca aria respirabile e tanto nervosismo. La rabbia dei viaggiatori, ovviamente, è montata sui social, ed in particolare nel gruppo Facebook Ferrovie Sud Est: La Voce dei Viaggiatori, il canale di sfogo privilegiato dei tanti clienti costretti a servirsi per motivi di lavoro o di studio di un servizio ormai andato in tilt a causa delle gestione dissennata dell’azienda.

Sperando che l’arrivo di Ferrovie dello Stato a capo di FSE contribuisca a risolvere nel minor tempo possibile il problema legato alla sicurezza dei treni (elemento primario alla luce delle ultime vicende avvenute proprio in Puglia) che sono costati un patrimonio alla precedente gestione, il commissario Andrea Viero si trova in mano una bomba ad orologeria pronta a scoppiare da un momento all’altro.

Treno delle 8.40 da Sammichele a Bari soppresso….”buon” inizio…di settimana“, scrive una. “Voglio che mi siano restituiti i soldi dell’abbonamento!”, si lamenta un’altra. “So letto solo di treni in ritardo. Quello che ho preso io ha fatto 30 minuti di ritardo”. Sono solo alcuni degli addolorati commenti postati dagli utenti sul gruppo Facebook, dove un rivenditore di biglietti aggiunge: “si avvisano gli studenti che per Putignano e per Bari da lunedì 12 settembre al 99% non ci sono treni causa il blocco degli stessi treni da parte della magistratura (noi come rivenditori FSE non siamo a conoscenza di autobus sostitutivi)”.

Un disagio, purtroppo, che sembra dover durare almeno per le prossime 24 ore. Nonostante Ferrovie Sud Est nei giorni scorsi abbia rassicurato con un comunicato stampa che “grazie ai controlli e ulteriori verifiche ed interventi effettuati nel corso delle ultime 48 ore, da lunedì 12 settembre la circolazione ferroviaria ordinaria è pressoché ripristinata”, la stessa nota precisa più avanti che i disservizi sono tutt’altro che scongiurati. “In considerazione della situazione eccezionale che si è venuta a creare, in seguito al provvedimento dell’USTIF e alle prescrizioni indicate successivamente, che permetterà di mettere in circolazione tutti gli ATR solo nel corso della prossima settimana, nei giorni di lunedì e martedì, potrebbero verificarsi dei disagi, in termini di ritardo, per i nostri passeggeri“.

FSE prevede un miglioramento della situazione a partire da mercoledì, quando la circolazione degli ATR bloccati in deposito dall’USTIF sarà ripristinata: “con il completamento delle verifiche e degli interventi in corso – prosegue la nota dell’azienda di trasporti – dalla giornata di mercoledì il servizio entrerà a pieno regime e di ogni ulteriore eventuale variazione che dovesse intervenire daremo pronta comunicazione attraverso il sito e la pagina Facebook della Società“.

Una situazione incresciosa su cui Ferrovie Sud Est sta provando a lavorare, almeno per restituire ai propri viaggiatori un po’ di dignità visto che, almeno per ora, di un servizio efficiente non se ne parla nemmeno: “FSE ha compiuto e sta compiendo, in queste ore, ogni sforzo per ripristinare nel tempo più breve possibile un adeguato livello di servizio, ci scusiamo sin d’ora per gli ulteriori eventuali disagi ai nostri utenti e faremo ogni sforzo per prevenirli e ridurli al minimo. Da mercoledì i problemi dovrebbero essere risolti e la circolazione tornare ai livelli pianificati”.