Buon compleanno Bari. Auguri a chi ti ama davvero



0
bari

Oggi il Bari spegne 109 candeline; è la festa di tutti coloro che portano questi colori veramente nel cuore. “Il regalo è l’orgoglio di esserne tifosi

Tanti auguri Bari: oggi compi 109 anni di vita, di storia. Un’epopea non sempre cristallina, anzi spesso travagliata e in tempi recenti vessata da personaggi che non hanno saputo rispettare, onorare, quello che rappresenti per una città intera.

Per noi baresi, caro Bari, sei qualcosa di più di una semplice squadra di calcio, che pure ha visto nel suo secolo e nove anni di vita passare da qui anche campioni di una certa risma tecnica e umana. Ma, si sa, i protagonisti in campo vanno e vengono, alle volte lasciano il segno, altre volte lasciano le cicatrici; alla fine i risultati sportivi contano il giusto.

Dopo 109 anni di storia a Bari, prima al Della Vittoria e ora al San Nicola, chi è rimasto sempre al tuo fianco sono i tifosi; quelli di lasciarti proprio non ne vogliono sapere. Noi tifosi biancorossi, che questi colori li abbiamo cuciti nel cuore, siamo belli, appassionati, caldi, innamorati. Ma anche noi abbiamo dei difetti, e non pochi, e qualche volta con le nostre imperfezioni ti abbiamo fatto del male. Per troppo amore, per troppa voglia di vederti lì dove meriti, abbiamo dato giudizi frettolosi, ti abbiamo messo troppa pressione addosso, ti abbiamo portato alla deriva.

Di questo ti chiediamo scusa, e non possiamo garantirti, nostro amato Bari, che non accada di nuovo. Ci teniamo, però, a ribadirti che lo facciamo solo perché ti amiamo e, tante volte, l’amore si trasforma in follia, non ci si può far niente.

Questa società, che ora ti guida nella persona del presidente Giancaspro, ovviamente non è perfetta. Ci sono stati gli errori, scelte sbagliate frutto dell’inesperienza, esattamente come quelli commessi dalla dirigenza immediatamente precedente. Però un regalo, a te, a noi, lo ha fatto: ti ha e ci ha restituito il Galletto (rivisto e modificato, certo, ma sempre di Galletto si tratta), quello che non è solo un simbolo vuoto, ma è per la città di Bari una sorta di emblema nobiliare. E questo non è poco, anzi: questo per noi è tutto.

Proprio il Presidente Giancaspro per te, per noi, ha avuto parole di miele: “la storia del Bari, 39.785 giorni di amore per la sua maglia, è stata e viene scritta dalla impareggiabile ed indomita tifoseria biancorossa, composta da voi e da chi vi ha fatto innamorare di questo club, dai vostri genitori, dai vostri nonni ed a loro volta dai loro genitori e nonni, fino a tornare ai suoi fondatori. Oggi è il vostro compleanno ed il regalo ce l’avete nel cuore: l’orgoglio di essere tifosi del Bari. Il mio sogno è il vostro sogno: avere finalmente un club alla vostra altezza e, fino a quando avrò l’onore di rappresentarlo, passerò ogni minuto di ogni giorno per arrivare ad esaudirlo“.

Già, una squadra alla nostra altezza, alla tua altezza, Bari del nostro cuore. Noi è questo che agogniamo, e lo vogliamo con tutto noi stessi. Tu, però, ci devi dare una mano, perché trai tanti difetti che abbiamo, il più grave è quello di spaccarci quando le cose non vanno bene, o comunque non vanno come vorremmo. Ma, se ti ricordi l’ultima volta, ormai tre anni fa, quando ci fai sognare, quando ci fai appassionare, quando ci dai qualcosa con cui scaldarci il cuore, allora noi possiamo veramente portarti lì dove un ideale grande, bello, splendente come te merita di stare.

Noi, caro Bari, siamo la tua croce e la tua delizia; maledizione e amore a un tempo. Ci hai presi così, ci hai sempre amato e non sempre hai ricevuto indietro amore, ma quando ce ne hai dato l’occasione, abbiamo recuperato in una volta tutto il tempo perso.

Tra sei giorni finalmente l’astinenza da te sarà conclusa, e tra due settimane saremo di nuovo lì, al San Nicola, ad abbracciarti, speranzosi e innamorati. Ricordati, nostro Bari, dell’ultima volta; ricordati di cosa siamo stati capaci di fare tutti insieme, di quel sogno fermatosi ad un passo dalla realtà e che ha consegnato la nostra epopea alla leggenda del calcio italiano. Se avrai, se avremo, tutti ben presente cosa siamo capaci di fare quando siamo uniti, compatti, orgogliosamente fieri di esser biancorossi, allora nessun sogno sarà un miraggio, nessun obiettivo sarà precluso.

L’anno prossimo farai cifra tonda; una cosa bella come te merita di spegnere la candelina numero 110 insieme ai più grandi, che da tanti anni ti aspettano nel loro esclusivo consesso. Se ritroviamo la nostra unità, possiamo farti e farci questo bellissimo regalo.

Sempre tuo,

Un tifoso

Leggi anche