Beccati a rubare in un’auto, in manette due baresi

0
clandestini

La Polizia arresta due uomini mentre cercavano di rompere il vetro di un’auto parcheggiata sul Lungomare per rubare un borsello

E’ finito male il tentativo di due malviventi baresi di scassinare un’auto da cui avevano sottratto un borsello. I due, di 37 e 23 anni, entrambi già volti noti alla Polizia di Stato, sono stati bloccati in flagranza dagli agenti della Questura di Bari, che hanno fatto scattare le manette ai loro polsi. Entrambi sono accusati di furto aggravato su autovettura in concorso; la posizione del 37enne, inoltre, è aggravata dalla violazione della misura della sorveglianza speciale cui era sottoposto al momento del fatto.

Durante un ordinario servizio di controllo del territorio, infatti, percorrendo il Lungomare Starita i poliziotti della Squadra Volante sono stati insospettiti da due uomini fermi nei pressi di un’auto in sosta; i sospettati, notata la volante della Polizia, hanno precipitosamente tentato la fuga. Mal glien’è incorso: inseguiti dagli agenti, i due hanno tentato di tagliare la corda cercando rifugio sul terrazzo di uno stabile in cui si erano introdotti con la forza. Durante l’inseguimento il 37enne si è disfatto di un borsello di colore scuro che, poco prima, gli era stato consegnato dal suo complice.

I poliziotti, dopo aver bloccato i due rei per trarli agli arresti, hanno recuperato il borsello che conteneva alcuni mazzi di chiavi ed i documenti di un’auto. Il legittimo proprietario della borsa, una volta rintracciato dalla Polizia, ha sporto denuncia contro i malviventi baresi per il furto del borsello, sottratto dalla sua vettura in sosta cui era stato infranto il finestrino anteriore lato passeggero.

Dopo gli accertamenti di rito, entrambi sono stati sottoposti alla misura degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.