A Bari il G7 fa rima con solidarietà: In.Con.Tra donerà gli avanzi di cibo ai bisognosi

0
g7

Il Comune ha dato il via libera all’associazione In.Con.Tra che raccoglierà il cibo integro non consumato durante il G7 per donarlo ai poveri. Decaro: “diamo un segnale contro gli sprechi alimentari

A Bari il G7 significa solidarietà: mentre i potenti della terra si chiudono nella stanza dei bottoni per spartirsi la torta del mondo, l’associazione di volontariato barese In.Con.Tra si prodigherà fattivamente per contrastare la povertà. Un’attività che vede impiegati quotidianamente da dieci anni a questa parte i volontari della meritevole Onlus barese che però, stavolta, potranno disporre grazie ai lavori del G7 di una grande quantità (e qualità) di materiale per sostentare la propria missione solidale.

I volontari, infatti, hanno avuto il semaforo verde da Palazzo di Città per recuperare il cibo integro non consumato durante i molti eventi collaterali del G7 e donarlo alle tante famiglie bisognose di Bari, che vivono in prima persona il dramma della povertà di cui si sta discutendo nei palazzi della politica internazionale in queste ore.

Per il ritiro del cibo, In.Con.Tra ha già dato mandato ad un paio di volontari che, muniti dell’apposito pass per accedere alla zona rossa emanato dal Comune, muniti del furgone dell’associazione impacchetteranno il cibo per poi distribuirlo a molti soggetti bisognosi e a nuclei famigliari indigenti, seguiti dalla stessa associazione nella sua decennale esperienza di volontariato, nel rispetto più assoluto delle norme igieniche.

Vogliamo dare un segnale importante contro lo spreco alimentare – commenta il sindaco Decaroper questo abbiamo accolto favorevolmente la proposta di Gianni Macina, presidente dell’associazione, di ritirare tutto il cibo integro al fine di ridistribuirlo nell’ambito delle attività quotidiane prestate dai volontari in piazza Balenzano. Oltre a ringraziare In.Con.Tra per il lavoro che svolge quotidianamente, desidero rivolgere i miei ringraziamenti agli organizzatori del G7 che hanno prontamente collaborato per rendere possibile questa iniziativa”.