Bando regionale INNOLABS, il Comune di Bari candida otto progetti

0
progetti

Sono otto i progetti candidadati al bando della Regione dal Comune di Bari e promossi da imprese e organismi di ricerca innovativi per lo sviluppo della Pubblica Amministrazione. Tomasicchio: “siamo agenti attivi nello sviluppo

Pronta ai blocchi di partenza la seconda edizione del bando della Regione Puglia INNOLABS (la prima con questo nome, visto che fino allo scorso anno si chiamava Living Lab), e il Comune di Bari non si è fatto trovare impreparato. Sono, infatti, ben otto i progetti patrocinati da Palazzo di Città alla cui candidatura la giunta comunale ha acceso il semaforo verde.

“INNOLABS – Sostegno alla creazione di soluzioni innovative finalizzate a specifici problemi di rilevanza sociale”, a valere su risorse POR Puglia FESR-FSE 2014-2020, Asse prioritario 1 – “Ricerca, sviluppo tecnologico, innovazione”, è un bando che ha come scompo la valorizzazione attraverso il finanziamento di progetti pilota di sperimentazione in materia di soluzioni innovative che rispondano a fabbisogni avvertiti dal sistema regionale della pubblica amministrazione.

Il decalogo metodologico da cui il bando INNOLABS trae la sua ragion d’essere è quello del Living Lab, un modello di lavoro circolare in grado di intercettare i bisogni specifici dei singoli enti attraverso la composizione di gruppi tecnici di lavoro cui viene richiesto di elaborare una possibile soluzione, coinvolgendo gli stessi enti richiedenti nella fase di co-progettazione.

I beneficiari del bando, così come i soggetti proponenti i progetti sperimentali, possono egualmente essere PMI, raggruppamenti di imprese (sia PMI che Grandi imprese) e raggruppamenti costituiti da una o più imprese (sia PMI che Grandi imprese) e organismi di ricerca. Gli utenti destinatri finali dei progetti in fase di sperimentazione possono essere enti pubblici (Comuni, Province, ASL, Agenzie Pubbliche, Istituti di formazione, Musei etc.) e/o soggetti del sistema socioeconomico regionale attivi in uno o più domini tematici di riferimento del bando come associazioni datoriali, associazioni di categoria, associazioni e organismi rappresentativi di bisogni collettivi, distretti produttivi, distretti tecnologici, sindacati, associazioni di tutela dei consumatori, reti di imprese.

I progetti candidati prevedono il coinvolgimento minimo, oltre che delle imprese in forma singola o associata ad altre imprese e/o organismi di ricerca come soggetti beneficiari, almeno di un utente finale e di un laboratorio di ricerca.

I domini tematici di riferimento delle sperimentazioni sono:

  • Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale
  • Cultura e Turismo
  • Energia Rinnovabile e Competitiva
  • Governo elettronico per la PA
  • Salute, Benessere e Dinamiche Socio-Culturali
  • Istruzione ed Educazione
  • Economia Creativa e Digitale
  • Trasporti e Mobilità Sostenibile.

I Living Lab stimolano l’innovazione sociale e organizzativa, trasferendo la ricerca e lo sviluppo dai laboratori aziendali e di ricerca ai contesti di vita reale, dove i cittadini e gli utenti che avvertono un bisogno, diventano essi stessi co-sviluppatori della soluzione al problema dichiara soddisfatto l’assessore all’Innovazione Tecnologica Angelo Tomasicchio. La partecipazione del Comune di Bari entro queste reti collaborative di sviluppo e di innovazione che coinvolgono le aziende, gli organismi di ricerca, gli enti pubblici e i cittadini, qualifica il nostro ruolo di soggetti attivi nel settore della ricerca e sviluppo e risponde ad una logica di partecipazione più ampia che da tempo stiamo portando avanti attraverso il percorso di attuazione dell’Agenda Digitale”.

Il Comune di Bari, memore dell’esperienza positiva maturata nella precedente edizione del bando, dei fabbisogni di innovazione espressi nel Catalogo regionale e in ossequio la propria strategia di programmazione in ambito Smart City, che fonda la propria legittimità sulla cooperazione tecnico-scientifica con il tessuto della ricerca, dell’università, dell’impresa e delle rappresentanze economico-sociali, ha aderito alle seguenti proposte progettuali in qualità di utente finale per l’elaborazione e sperimentazione di soluzioni innovative nei propri settori di intervento.

Di seguito un dettaglio degli 8 progetti approvati in giunta:

Titolo del progetto: BARI ATTIVA
Dominio tematico: Governo elettronico per la PA
Partnership
Nextopera Srl

Dipartimento di Scienze economiche e metodi matematici dell’Università degli Studi di Bari Aldo

Moro (organismo di ricerca)

Lojacono&Tempesta (partner)

Sidea Group (partner)

Comune di Bari (Utente finale a costo)

Breve descrizione
Il progetto “BARIATTIVA” è un sistema di supporto alla democrazia partecipativa, in grado di rendere rapido e trasparente il processo di coinvolgimento della cittadinanza attraverso un sistema esperto integrato di conversazione intelligente con i cittadini per poter attuare dei meccanismi partecipativi a supporto delle decisioni politico-amministrative. Incentrato su un bot moderno in grado di dialogare e interrogare gli utenti iscritti (principalmente via Messenger) al fine di porre domande utili per meglio orientare le scelte e, soprattutto, in grado di ricevere/ottenere risposte reali, certificate, misurabili, provenienti da un campione rappresentativo della cittadinanza. Un chat bot evoluto capace di adeguarsi (per linguaggio e grafica) al suo interlocutore e al contesto del sondaggio per sintonizzarsi con il giusto mood e rilevare correttamente il sentiment singolo e (con un’analisi complessiva e scientifica) collettivo/pubblico. “BARIATTIVA” diventa di fatto un personal assistant per i cittadini/residenti che vorranno documentarsi relativamente alla decisione sulla quale sono chiamati a esprimere il loro (motivato) parere.

 

Titolo del progetto: iBari. Il sistema di fruizione multimediale della Città di Bari
Dominio tematico: Cultura e Turismo – Comunità digitali, creative e inclusive
Partnership
Thesis SRL

Quorum Italia SRL

Digitalizzazione di Archivi, BIblioteche e MUSei – D.A.BI.MUS. srl

Dipartimento di Studi Umanistici (DISUM) – Università degli Studi di Bari Aldo Moro

Comune di Bari (utente finale a costo)

Breve descrizione
Bari possiede un patrimonio architettonico e urbanistico di eccelsa qualità, oggi in gran parte variato rispetto all’origine nelle sue manifestazioni tangibili. Tanto la Città Vecchia quanto gli edifici monumentali otto-novecenteschi hanno subito interventi che li hanno sostanzialmente modificati. Il progetto iBari si propone di implementare un innovativo sistema di realtà virtuale immersiva nel quale si potranno rivivere alcuni dei luoghi simbolo della città com’erano anticamente, per poterli esplorare e scoprirne i segreti e le differenze. Il progetto ha quale obiettivo finale la crescita culturale e sociale del territorio tramite l’elaborazione di una soluzione che favorisca l’accesso di tutti i tipi di utenza, anche diversamente abili, alla conoscenza e alla fruizione diretta del patrimonio culturale mediante la creazione e l’organizzazione stabile di risorse, strutture, servizi e reti virtuali di comunicazione.

 

Titolo del progetto: Microgrid Parking
Dominio tematico: Trasporti e Mobilità Sostenibile
Partnership
Elfim S.R.L. – P. Iva 04347330724 – CAPOFILA

Italian Cutting System S.R.L. – P.Iva 06455350725

Politecnico Di Bari – P.Iva 04301530723

Puda Società Cooperativa A R.L. – P.Iva 07734460723

GMT S.P.A. – P.Iva 04419830288

CETMA – Centro di ricerche europeo di tecnologie, design e materiali – P.Iva 01638210748

Comune di Bari (utente finale a costo)

Comune di Locorotondo

Comune di Lecce

Breve descrizione
Il progetto Microgrid Parking si propone la realizzazione di un parcheggio intelligente per i veicoli elettrici che sia alimentato da un sistema di distribuzione del tipo microgrid, dimensionato in modo da ridurre al minimo gli scambi con la rete. Si prevede di dotare l’area su cui saranno ubicati i dimostratori, di sistemi integrati e ottimizzati mediante tecnologie altamente innovative in grado di garantire l’efficienza energetica e l’utilizzo delle fonti rinnovabili e che sia in grado di alimentare l’area fornendo energia elettrica ai veicoli elettrici in sosta. L’ottimizzazione dei consumi di energia elettrica del Microgrid Parking sarà garantita da un sistema di controllo dei flussi energetici in ingresso e uscita della microgrid.

 

Titolo del progetto: SAFETY “Smart Aid system for Fire and dangEr situations based on ioT tecnologY
Dominio tematico: Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale
Partnership
Informatica, Tecnologie e Servizi S.R.L.

Cavalera S.R.L

Elettrosud Socieà Cooperativa

Palmiotta S.R.L. a socio unico Impianti Antincendio

Leader Società Cooperativa Consortile

Politecnico Di Bari – Dipartimento di Ingegneria elettrica e dell’Informazione

Sinapsi S.R.L.

Comune di Bari (utente finale a costo)

Confcooperative Puglia (utente finale a costo)

Confindustria Bari BAT (utente finale a costo)

IDA Lab – Dipartimento Ingegneria dell’Innovazione – Università del Salento (laboratorio di ricerca a costo)

Breve descrizione
La proposta progettuale mira a realizzare un sistema completo in grado di supportare i soccorritori (Vigili del fuoco, operatori specializzati nel primo soccorso, squadre della Protezione Civile, ecc.) nel caso di eventi di pericolo (ad esempio, in presenza di incendio), soprattutto quando questi abbiano la necessità di intervenire in locali di grandi dimensioni, con diversi punti di accesso, e con un alto numero di utenti, come scuole, ospedali, uffici, residenze per anziani (RSA), luoghi culturali o di intrattenimento. In questi casi, infatti, è necessario guidare tempestivamente i soccorritori nei punti dell’edificio dove vi è la certezza che ci siano degli utenti da soccorrere, evitando di sprecare risorse in ambienti in cui al momento del disastro non ci sono persone o dove i danni sono di minore entità. Al fine di raggiungere tale obiettivo, saranno realizzati dei servizi innovativi basati sull’utilizzo di tecnologie emergenti abilitanti l’Internet of Things tra cui sensori, dispositivi mobili, Bluetooth Low Energy, tecnologie Cloud e dispositivi embedded.

 

Titolo del progetto: Servizi Aerospaziali PER le aree metropolitanE – SAPERE
Dominio tematico: Ambiente, Sicurezza e Tutela Territoriale
Partnership
DTA

Planetek Italia

Leonardo

CNR ISSIA

Università di Bari

Ordine dei Geologi della Puglia (utente)

Ordine degli Ingegneri (utente)

Comune di Bari (utente finale a costo)

Breve descrizione
Obiettivo del progetto è la progettazione di servizi operativi erogati da una piattaforma a supporto dell’Urban Control Center che il Comune di Bari sta realizzando per il monitoraggio del suo territorio e che potrà comprendere anche l’area metropolitana. I temi ambientali a cui saranno dedicati i servizi comprendono il monitoraggio della qualità delle acque marine (scarichi dei depuratori e impatto sulla balneazione), il monitoraggio della stabilità delle infrastrutture (edifici, assi stradali, manufatti vari, stabilità delle strade), il monitoraggio della dinamica urbana e del consumo di suolo a supporto della gestione urbanistica del territorio (PUG/VAS). I servizi si basano sulla continua osservazione della terra con l’ausilio dei satelliti Sentinel, i cui dati saranno elaborati dalla piattaforma Rheticus e su rilievi ad alta risoluzione con sistemi pilotati da remoto (SAPR) che consentono un’analisi più accurata e in tempo reale delle effettive condizioni del territorio.

 

Titolo del progetto: SMART School – Strategic and ModulAR Technologies for energy efficiency and comfort in the School of the future
Dominio tematico: Energia rinnovabile e competitiva
Partnership
Tera Srl

Exprivia Spa

Idea75 Srl

Nextome Srl

Politecnico di Bari

Università degli Studi di Bari

Comune di Bari (utente finale a costo)

ANCE (Associazione Nazionale Costruttori Edili) Bari-BAT (utente finale a costo)

Breve descrizione
Il progetto SMART School si propone di introdurre sistemi tecnologici di ultima generazione per il monitoraggio e controllo energetico di edifici ad uso pubblico e/o multiutente in considerazione delle condizioni di comfort degli utenti con particolare riferimento agli ambienti scolastico/educativi.

 

Titolo del progetto: SUADES-PA: Reccomandation system per la cittadinanza digitale
Dominio tematico: Smart City & Community
Partnership
Prime Value S.r.l.

Conquist S.rl.

DMMM – Dipartimento di Meccanica, Matematica e Management (Politecnico di Bari)

Comune di Bari (Utente finale a costo)

Breve descrizione
L’intervento intende applicare un nuovo ed innovativo recommender system ai servizi della PA per estendere la cittadinanza digitale attiva che non usufruisce dei servizi di e-government già presenti on-line. I destinatari vengono indirizzati all’utilizzo dei servizi on-line disponibili attraverso la profilazione mirata e il monitoraggio dei desiderata espressi direttamente (compilazione di questionari, utilizzo di app) o indirettamente (tracciamento della navigazione, ricerche web). I target previsti sono: cittadini, imprese e operatori della P.A e per ogni categoria è atteso un risultato indotto (per i cittadini l’attivazione delle identità digitale (SPID), per le imprese l’orientamento nelle azioni di sviluppo e network locali promosse, per gli operatori interni della P.A. favorire la comunicazione interna per l’adozione di nuove procedure e strumenti di lavoro).

 

Titolo del progetto: SWAT – Smart city WAlleT
Dominio tematico: Cultura e Turismo
Partnership
Kad3 S.r.l. (Capofila)

Sysman Progetti & Servizi S.r.l

SITAEL S.p.A.

Politecnico di Bari – Laboratorio di Sistemi Informativi (SisInfLab)

Comune di Bari (Utente Finale a Costo)

CNA Confederazione Nazionale dell’Artigianato e PMI (Utente Finale a Costo)

Breve descrizione
Il Living Lab SWAT – Smart city WAlleT è finalizzato allo sviluppo di un sistema innovativo di pagamento integrato tramite smartphone, per facilitare l’accesso e la fruizione di seguenti servizi del Comune:

‐ titoli di viaggio per uno specifico mezzo;

‐ sessioni di bike sharing o di parcheggio;

‐ ticket per eventi, musei, etc.;

‐ prodotti specifici presso determinati esercenti.

Il sistema proposto è un borsellino o wallet elettronico che deve poter essere ricaricato attraverso le seguenti modalità:

‐ contanti;

‐ carta di credito/debito;

‐ account paypal o di altri wallet virtuali.

L’idea è rendere costantemente fruibili all’utenza tali modalità di pagamento, distribuendo sul territorio delle colonnine di ricarica contanti, garantendo gli ultimi due metodi tramite smartphone e organizzando una rete strategica di esercenti abilitati alla ricarica del wallet attraverso apposito strumento tecnologico a seguito di ricezione di contante o utilizzo di carta di credito/debito.