Ati , nuovo gestore che ottiene le chiavi dello IAT

0
SAMSUNG DIGITAL CAMERA

L’ATI gestirà lo IAT, il servizio di accoglienza e informazione turistica nella città di Bari.

Silvio Maselli ha commentato così la consegna: “Sono felice di restituire alla città e ai turisti un servizio indispensabile per il consolidamento della qualità dei servizi turistici e dell’attrattività di Bari a livello nazionale e internazionale”

Venerdì mattina, negli uffici della ripartizione Culture, sono state consegnate ufficialmente al nuovo soggetto gestore, l’ATI composta dalla cooperativa sociale “La Città essenziale – Consorzio Cooperative Sociali” e dal consorzio Teatri di Bari, le chiavi dello IAT – Informazioni Accoglienza Turistica – di piazza del Ferrarese, per la gestione del servizio di accoglienza e informazione turistica nella città di Bari. Il nuovo infopoint aprirà al pubblico nei primi giorni di luglio.

I nuovi gestori dell’ati dovranno erogare i servizi di assistenza turistica, fornendo informazioni utili per una migliore conoscenza e fruizione della città di Bari, ma anche svolgere attività di coordinamento dell’info-point di piazza Moro e delle risorse turistico-culturali presenti sull’intero territorio al fine di amplificare e ottimizzare i risultati di incoming.

L’obiettivo della procedura avviata dall’amministrazione comunale è quello di trasformare così lo IAT in un ufficio in grado di interpretare al meglio le nuove strategie organizzative per attrarre turismo, assumendo compiti e funzioni integrati con i sistemi culturali e ambientali presenti sul territorio pugliese.

L’appalto, la cui base di gara è di circa 74mila euro (iva esclusa), avrà la durata di tre anni.

Il servizio si svilupperà non solo nel pieno rispetto degli obiettivi della Città Metropolitana – dichiarano i nuovi gestori -, ma proverà a traguardare in modo integrato la valorizzazione del territorio a “tutto tondo”, attraverso la promozione e commercializzazione dell’eccellenza enogastronomica pugliese tenendo presente anche il valore etico. Il nostro obiettivo sarà anche sostenere progetti culturali con le risorse aggiuntive che si genereranno, volgendo anche lo sguardo a Matera Capitale Europea della Cultura 2019. Questa modalità di lavoro si inserisce nel solco delle iniziative che uniscono le eccellenze di innovazione culturale e sociale che l’Alleanza cooperative italiane sta esprimendo a livello nazionale”.

L’assessore al Turismo Silvio Maselli ha commentato così la consegna: “Sono felice di restituire alla città e ai turisti un servizio indispensabile per il consolidamento della qualità dei servizi turistici e dell’attrattività di Bari a livello nazionale e internazionale“.