ANMI, a Monopoli il 1° raduno interregionale

0
Pagnottella e Campanelli

54 gruppi ANMI hanno partecipato al Primo Raduno Interregionale di Puglia e Basilicata con il presidente nazionale Amm. Paolo Pagnottella

Anmi raduno interregionale

Il primo Raduno Interregionale delle Associazioni Nazionali Marinari d’Italia (ANMI) di Puglia e Basilicata si è svolto sabato scorso in quel di Monopoli (Ba) alla presenza del presidente nazionale Amm. Sq. Paolo Pagnottella, in occasione di una manifestazione organizzata sia per celebrare la Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate nella ricorrenza del centenario della Grande Guerra che per tendere una mano ai giovani rispetto a quelli che sono i valori propri della Marina Militare e delle associazioni d’arma.

Oltre alle varie autorità civili e militari, in particolare a rispondere all’appello del gruppo Anmi monopolitano guidato dal Cav. Martino Tropiano sono stati ben 54 gruppi tra quelli pugliesi e lucani, con la presenza dei consiglieri nazionali Amm. Isp. (CP) Giuseppe Ciulli e C.V. (CP) Emilio Tursi e dei delegati regionali C. Amm. Federico Manganiello, Cav. Uff. Gesumino Laghezza e C. A. Ermelindo Collabolletta.

Anmi raduno interregionale

La giornata è stata particolarmente intensa, anche per i ragazzi delle varie scuole monopolitane. Infatti dalle 8:30 presso l’auditorium del Polivalente Scolastico, il presidente nazionale Anmi ammiraglio di squadra Paolo Pagnottella ha incontrato gli studenti del polo liceale per un confronto dal tema “Storia e storie della Marina Militare nella Grande Guerra” con la partecipazione dei prof. Michele Suma e Nicolò Carnimeo. Al termine è stato dato inizio ai festeggiamenti civili, con la cerimonia di deposizione di una corona d’alloro presso il Monumento ai Caduti del Mare a Cala Fontanelle, dove è stata data lettura della suggestiva Preghiera del Marinaio del Fogazzaro.

Pagnottella, Campanelli, De Crescenzo
Pagnottella, Campanelli, De Crescenzo

Quindi i numerosi partecipanti, accompagnati dalla Banda del Giubileo, hanno dato il via ad un lungo corteo che, tra le vie del paese, ha raggiunto la centralissima piazza Vittorio Emanuele, dove ad attenderli c’erano gli studenti di tutte le scuole cittadine e le autorità. Lì si è svolta la cerimonia di deposizione di una corona di alloro al Monumento dei Caduti realizzato da Edgardo Simone ed infine ci sono state le allocuzioni del dirigente scolastico del polo liceale Martino Cazzorla, del T.V. (CP) Salvatore De Crescenzo comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Monopoli, del vicesindaco Giuseppe Campanelli in rappresentanza dell’Amministrazione e del presidente nazionale ANMI Amm. Paolo Pagnottella.

il dirigente Cazzorla
il dirigente Cazzorla

«I giovani sono il valore aggiunto di una città e sono anche la storia del nostro presente e del nostro futuro – ha affermato il dirigente Cazzorla – La scuola rappresenta così come la Marina Militare e le altre forze armate uno dei riferimenti dal punto di vista della formazione, dello studio e delle trasformazioni della nostra società».

Il Comandante della Capitaneria di Porto di Monopoli De Crescenzo ha voluto leggere il messaggio inviato dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in occasione del Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, mentre il vicesindaco Campanelli ha sottolineato: «I marinai hanno uno spirito, una serie di ideali che oggi forse mancano nella nostra società. il vicesindaco CampanelliMi auguro che questa celebrazione non sia solo un ricordare ma sia soprattutto un giorno di riflessione per quello che rappresenta. (…). Il tema dell’unità nazionale dopo cent’anni è ancora più attuale: l’Italia vince solo in tutti i campi, in tutti i settori quando ha la consapevolezza dell’importanza dell’unità. Oggi anche se l’Italia non è in guerra l’unità è indispensabile perché solo così possiamo scongiurare i pericoli che ci possono portare a nuovi conflitti».

Ha concluso il presidente nazionale Anmi Pagnottella: «Quando si dice che i marinai rappresentano lo spirito di solidarietà, ebbene lo vedete tutti: noi lasciamo le nostre case, i nostri affetti, i nostri interessi per accorrere in difesa di coloro che hanno bisogno e di questo ne siamo fieri. (…). Oggi qui davanti a noi ci sono due posti liberi che al prossimo Anmi raduno interregionaleraduno devono essere occupati dai nostri due fucilieri di marina Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, che sono l’esempio di come le cose dovrebbero essere in Italia: fedeli agli ordini ricevuti hanno agito nell’interesse nazionale. E noi saremo sempre pronti a sostenere tutte le azioni del governo legittimo perché non solo rientrino in Italia ma rientrino con l’onore che è loro dovuto». 

Al termine della manifestazione, la festa è continuata con un pranzo sociale, al termine del quale il presidente nazionale Amm. Paolo Pagnottella ci ha concesso una breve video-intervista in esclusiva per Bari.ZON.