Home » La Bari » Vicenza-Bari 0-0: Brienza sbatte su Vigorito
vicenza

Vicenza-Bari 0-0: Brienza sbatte su Vigorito

Poche emozioni al Menti tra Bari e Vicenza: un palo per Raicevic e due parate di Vigorito su Brienza nel finale. I biancorossi pugliesi salgono a quota 4

Secondo risultato utile per il Bari, che esce dalle due trasferte consecutive con il bottino di 4 punti in classifica. I biancorossi non vanno oltre lo 0-0 al Romeo Menti di Vicenza, in una partita bruttina, in cui difensori e portieri hanno avuto largamente la meglio sugli attaccanti.

Un punticino tutto sommato da non buttar via per i ragazzi di Stellone, cui però manca ancora tanta strada da fare verso l’identità di squadra che il tecnico sta ricercando insieme alla miglior condizione fisica. All’allenatore, tuttavia, non mancano sfrontatezza e coraggio. Due qualità che potranno tornare utili nel corso della stagione.

Rivoluzione Bari: c’è Castrovilli

Stellone, nonostante quanto annunciato alla vigilia, compie una piccola, coraggiosa, rivoluzione, mantenendo il suo 4-4-2 di fiducia. La sorpresa più grossa è in attacco, dove il baby Castrovilli brucia la concorrenza di Monachello e Brienza per far coppia con Maniero. Ci sono novità, però, anche a centrocampo, dove Stellone preferisce la strana coppia centrale di Perugia Valiani-Fedele, con Furlan sulla sinistra e Ivan a destra, preferito a Martinho e Fedato. Tutto come annunciato in difesa, dove Tonucci sostituisce il malconcio Moras al fianco di Di Cesare, con Sabelli a destra e Cassani dall’altro lato.

Quasi tutto confermato, invece, nel camaleontico 4-2-3-1 predisposto da Lerda per il suo Vicenza. L’unica novità è Vita, preferito sulla sinistra a Fabinho. A condurre l’attacco c’è Raicevic, coadiuvato dall’ex di turno Christian Galano. In difesa c’è l’esordiente in Serie B di Cristian Zaccardo, campione del Mondo nel 2006.

Emozioni agli estremi

Una partita che ha vissuto tutte le sue (poche) emozioni concentrate all’inizio e alla fine. Nel mezzo solo tanta noia e tanti sbadigli.

Parte subito forte il Bari, che con Furlan va vicino al vantaggio: al 3′ l’ex Ternana ha il pallone buono in mischia, ma il suo tentativo è debole, tanto che Esposito non deve faticare per spazzare l’area. Passano 2′ e ci prova Fedele da lontanissimo, creando comunque più di un’ansia a Vigorito.

Il Vicenza risponde al 7′ con l’azione più pericolosa della partita, approfittando di una marcatura “allegra” in area del Bari: Galano pennella da fermo per l’estirada di Raicevic, fermato solo dal palo a Micai ormai battuto.

Ma, di fatto, la partita si addormenta qui, nel momento in cui le fiamme si sarebbero dovute accendere. Il Bari ci prova, ma stenta troppo. L’unico che prova a creare un po’ di scompiglio nelle maglie del Vicenza è Castrovilli, ma senza troppo esito. Il primo tempo muore sul bolide da distanza improbabile di Maniero, che non va molto lontano dalla porta veneta, cui risponde ancora Raicevic nel finale, che inspiegabilmente non riesce ad appoggiare in rete praticamente sulla linea, giocando il pallone all’indietro.

Nella ripresa Stellone prova a mescolare le carte, gettando nella mischia Brienza e Fedato per Castrovilli e Furlan. La reazione c’è, anche se confusa: l’ex Bologna ci prova per due volte, al 26′ e al 34′, ma in entrambe le occasioni Vigorito salva la porta del Vicenza, fermo solo ad un colpo di testa di Zaccardo. A parte gli ottimi interventi del portiere biancorosso veneto, le due più clamorose palle goal costruite dal Bari sono il frutto delle ottime combinazioni che riesce a creare il folletto Brienza, tanto con Maniero quanto con un Ivan in crescita.

Troppo poco, per ora, per uscire con più di un punticino che sa di brodino caldo. Ora ci si aspetta il salto di qualità in casa, a partire dall’affascinante sfida di venerdì contro il Cesena.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Riccardo Resta

Riccardo Resta
Laureato in scienze filosofiche presso l'Università degli Studi di Bari. Ho collaborato per quattro anni con il blog sportivo palogoal.it, per cui ho scritto più di mille articoli ed ho curato le rubriche sul calcio estero, sul tennis e sul Bari calcio. Capo redattore della testata bari.zon.it e collaboratore della testata di critica musicale distorsioni.net. Amo gli sport, la musica e tutto ciò che è brit.

Check Also

rete

Manutenzione rete fognaria, c’è l’accordo quadro. Galasso: “si comincia da Carbonara”

Firmato ieri il verbale di consegna dell’accordo quadro per la manutenzione della rete di fogna …