Home » Cultura » Uniba, grande successo per la prima domenica di musei aperti
musei

Uniba, grande successo per la prima domenica di musei aperti

Oltre mille i visitatori per la prima domenica di apertura dei musei di UniBa. L’iniziativa si ripeterà ogni prima domenica del mese

L’Università di Bari apre le sue porte ai cittadini, che non hanno saputo resistere al richiamo della scienza e della cultura, in barba a tutto quel che si dice sull’alfabetizzazione e il livello cultirale degli italiani. E’ stato, infatti, un grande successo l’esperimento di ieri, 5 marzo, quando i musei UniBa hanno tenuto aperti i battenti per la prima volta.

Nonostante fossero “solo” 250 le visite guidate prenotate nei vari musei dislocati per tutto il Campus, sono stati ben oltre 1000 i visitatori che hanno preso d’assalto le gallerie universitarie durante le quattro ore d’apertura, attratti dalla gratuità della visita. Non solo studenti, ma anche singoli cittadini e intere famiglie, provenienti da Bari e da tutto il territorio dell’Area Metropolitana, hanno potuto visitare i musei di Scienze della Terra (sezione di Mineralogia e sezione di Paleontologia)  e di Biologia Lidia Liaci, oltre all’Osservatorio sismologico che si trova all’interno del palazzo di Scienze della Terra.

L’iniziativa del Sistema Museale di Ateneo dell’Università Aldo Moro, in adesione al progetto del Ministero per i Beni Culturali  “Domenica al Museo”, continuerà, fino a fine 2017, per tutte le prime domeniche del mese, esclusi i due mesi estivi centrali.  A corredo delle visite guidate gratuite, per tutta la durata dell’iniziativa saranno organizati speciali eventi collaterali (caccia al tesoro per i più piccoli, concerti a tema, concorsi fotografici, ecc.) per i quali sarà necessaria una prenotazione. A partire da domenica 2 aprile sarà visitabile anche il Museo Orto Botanico e altri musei universitari si aggiungeranno  nel corso dell’anno.

L’intera rassegna s’inquadra nella più ampia attività condotta dal Sistema Museale di Ateneo per la tutela, valorizzazione e fruizione dell’ingente patrimonio storico-scientifico e culturale conservato nelle istituzioni museali universitarie, a testimonianza non solo dei progressi del sapere e dalla conoscenza, ma soprattutto della storia e delle ricerche svolte nell’Ateneo Barese.

 

 


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Riccardo Resta

Riccardo Resta
Laureato in scienze filosofiche presso l'Università degli Studi di Bari. Ho collaborato per quattro anni con il blog sportivo palogoal.it, per cui ho scritto più di mille articoli ed ho curato le rubriche sul calcio estero, sul tennis e sul Bari calcio. Capo redattore della testata bari.zon.it e collaboratore della testata di critica musicale distorsioni.net. Amo gli sport, la musica e tutto ciò che è brit.

Check Also

bari

Bari, un weekend di grandi eventi. Decaro: “si prospetta una grande stagione”

Vivicittà, raduno Moto Guzzi, Bif&st e riapertura di Torre Quetta: quattro grandi eventi in programma …