Taglieggiava un imprenditore edile, arrestato pregiudicato 49enne del San Paolo

0
abusi

E’ finito in manette un estorsore già noto alle Forze dell’Ordine. Decisivo il coraggio della vittima di denunciarlo ai Carabinieri

E’ finito in manette con l’accusa di estorsione il pregiudicato 49enne S.M., originario del quartiere San Paolo. L’operazione è stata condotta dai Carabinieri della Compagnia di Bari Centro in seguito alla denuncia di un imprenditore edile, vittima del racket.

L’imprenditore, a poco più di un mese dall’avvio di un cantiere edile in zona San Cataldo, era stato avvicinato dal pregiudicato, che con intimidazioni tipiche del metodo estorsivo gli richiedeva somme di danaro per continuare a svolgere la sua attività. “Tu sei di Capurso? Sai come funziona! Questi minimo sono 4000-5000 euro di valore” altrimenti ti “conviene smontare il ponteggio e andartene”, intimava il pregiudicato alla vittima.

L’imprenditore, dopo un lungo periodo di naturale perprlessit, ha deciso di non piegare la testa davanti al ricatto e denunciare il suo aguzzino alle autorità. Da qui è nata l’indagine dei militari dell’Arma, che hanno immediatamente raccolto la testimonianza della vittima. 5.000 Euro la richiesta iniziale del malvivente, poi ridotta a 1.500 purché le somme venissero corrisposte a cadenze regolari senza ritardi. In caso contrario, l’imprenditore avrebbe subito gravi danni alla sua attività.

Quando il criminale attendeva la sua vittima per la corresponsione dell’ultima “mensilità”, ad aspettarlo ha trovato un manipolo di Carabinieri pronti con le manette da fargli scattare ai polsi. L’uomo è stato tradotto presso il carcere locale, in attesa del processo.