Home » La Bari » Sogliano: “Micai gioca solo se si comporta bene”
sogliano

Sogliano: “Micai gioca solo se si comporta bene”

Torna a parlare il diesse del Bari Sogliano dopo la sconfitta di sabato: “Stellone vive di risultati; lasciamolo lavorare

Inizio settimana turbolento in casa Bari, reduce dal rovinoso 0-4 subìto al San Nicola contro il Benevento non più tardi di sabato scorso. A vestire i panni del pompiere ci ha pensato ancora una volta il diesse Sean Sogliano, nel tentativo di estinguere il principio d’incendio divampato tra i tifosi delusi nelle ore immediatamente successive all’ultima partita di campionato.

Un’occasione, però, anche per fare il punto della situazione e spazzare via alcune nubi che avevano iniziato ad addensarsi, a partire dai dubbi da molti espressi sul 4-4-2: “ho letto diverse cose sul modulo, così come sul mio rapporto con Stellone – esordisce Sogliano in conferenza. Non ci faccio caso; guardo solo ai fatti. Dopo la partita contro il Benevento ho parlato apertamente col mister delle cose che secondo me non vanno; abbiamo avuto un confronto molto costruttivo. Con questo, ovviamente, non intendo negare al mister la sua libertà di scelta, tuttavia è chiaro che Stellone, come tutti gli allenatori, vive di risultati. Al contempo, però, dobbiamo dargli l’opportunità di portare avanti le sue idee, perché i moduli contano fino a un certo punto. L’importante è l’atteggiamento della squadra“.

Ma il caso all’ordine del giorno in casa biancorossa è l’esclusione di Micai dalle ultime due partite, sostituito dal non impeccabile Ichazo. “Sono molto amareggiato – spiega Sogliano. Io parlo solo con i procuratori e non gradisco che certi discorsi vengano affrontati altrove. A Micai avevamo proposto un rinnovo biennale con ingaggio raddoppiato, ma il giocatore non lo ha accettato. Ma al di là di tutto, quando un calciatore non gioca deve essere il primo ad incitare i compagni dalla panchina. Per questo trovo giusto che ora giochi Ichazo. Micai tornerà in campo solo quando inizierà a comportarsi bene. Non voglio, però, creare un caso: il Bari non ha perso per colpa di Ichazo! In campo va chi ha la fiducia del mister e dei compagni. Con questo, non chiudo la porta in faccia a Micai; spero solo che abbia la possibilità di riflettere su certe cose“.

L’obiettivo nell’immediato, però, è rialzarsi dopo l’umiliazione interna patita per mano del Benevento: “vietato piangersi addosso – ammonisce Sogliano. Dobbiamo fare come i nostri tifosi che ci hanno sostenuti per 90′ e oltre. E’ arrivato il momento di mostrare gli attributi e far vedere che siamo capaci di grandi prestazioni. Capita di andare sotto nel risultato, ma non si può regalare mezz’ora così. Dobbiamo essere più uniti – chiosa Sogliano – e ragionare da squadra. Sebbene con tante assenze, venerdì andremo a Brescia con determinazione e cattiveria“.

 

 

 


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Riccardo Resta

Riccardo Resta
Laureato in scienze filosofiche presso l'Università degli Studi di Bari. Ho collaborato per quattro anni con il blog sportivo palogoal.it, per cui ho scritto più di mille articoli ed ho curato le rubriche sul calcio estero, sul tennis e sul Bari calcio. Capo redattore della testata bari.zon.it e collaboratore della testata di critica musicale distorsioni.net. Amo gli sport, la musica e tutto ciò che è brit.

Check Also

via sparano

Via Sparano, pronte le pavimentazioni dei salotti di Porta Vecchia e della Moda. Galasso: “a breve i lampioni”

Sono arrivati sul cantiere di via Sparano gli ultimi campioni di pavimentazione che saranno utilizzati …