Home » Attualità » Scuole riaperte, Decaro in giro per la ricognizione. Ma gli studenti protestano
scuole

Scuole riaperte, Decaro in giro per la ricognizione. Ma gli studenti protestano

Stamattina il sindaco in giro per le scuole della città per verificare le condizioni delle aule. Intanto scatta la protesta social dell’UdS

Dopo quasi tre settimane di stop, tra vacanze di natale e disagi legati alla neve, stamattina hanno riaperto i battenti le scuole di Bari.

decaro-scuolaIl sindaco Decaro ha voluto personalmente verificare la condizione delle aule scolastiche in giro per la città e salutare gli studenti che hanno appena riguadanato il loro posto tra i banchi, recandosi personalmente in diverse scuole. Dopo la scuola media Carducci e il liceo Scacchi, il sindaco proseguirà i sopralluoghi nelle scuole nel corso della mattinata. Al momento, il giro di ricognizione non ha segnalato particolari disagi e le condizioni degli edifici parrebbero comunque vivibili.

Non è servita, però, la visita del primo cittadino nelle scuole baresi per mitigare gli animi delle associazioni studentesche, già da ieri sul piede di guerra contro l’ordinanza di riapertura che, a loro dire, non tiene conto degli studenti che provengono dai comuni ancora paralizzati dall’emergenza neve e del freddo nelle aule.

Una delle immagini ironiche create dagli studenti su Facebook
Una delle immagini ironiche create dagli studenti su Facebook

Girano, infatti, già da ieri sera sulla pagina Facebook dell’Unione degli Studenti (UdS), alcune immagini satiriche legate alla decisione del sindaco di riaprire le scuole nella giornata di oggi, oltre all’evento fittizio “Andare a scuola con la borsa dell’acqua calda” che ha già raccolto più di 5.000 partecipazioni provocatorie. E gli studenti non sembrerebbero intenzionati a far cadere la cosa, specialmente se l’emergenza maltempo dovesse protrarsi nell’hinterland barese anche per le prossime ore.

L’Amministrazione Metropolitana – si legge sulla pagina Facebook dell’UDS a commento di alcune foto postate dagli studenti infreddoliti –  ancora una volta si dimostra sorda dinanzi alle denunce degli studenti e delle studentesse. Queste sono solo alcune delle situazioni, che ci avete segnalato in queste ore, che dimostrano che il Sindaco prova a costruire una narrazione radicalmente differente da quella che è la realtà dei fatti. Non possiamo accettare passivamente questo tipo di atteggiamento, nei prossimi giorni convocheremo un’assemblea studentesca per discutere delle problematiche che ogni giorno viviamo sulla nostra pelle andando a scuola“.

Insomma, nonostante il freddo atmosferico, il primo giorno di scuola del 2017 a Bari è stato riscaldato più che dai termosifoni accesi dalle polemiche legate alla riapertura delle scuole. Una decisione che, inevitabilmente, doveva tenere scontento qualcuno.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Riccardo Resta

Riccardo Resta
Laureato in scienze filosofiche presso l'università degli studi di Bari. Collaboratore per quattro anni del blog sportivo palogoal.it, per cui ho scritto più di mille articoli ed ho curato le rubriche sul calcio estero, sul tennis e sul Bari calcio.

Check Also

casa

La casa dei bambini e delle bambine si arricchisce: in arrivo l’emporio e le botteghe sociali

In pubblicazione l’avviso pubblico per accedere all’emporio e alla bottega sociali presso la Casa dei …