Home » Attualità » Sanità, vaccini obbligatori per i minori
sanità vaccino

Sanità, vaccini obbligatori per i minori

Avanzata dai consiglieri regionali una proposta di legge che obbliga la sommistrazione del vaccino ai minori fino ai 17 anni di età

“Se vaccinarsi è obbligatorio, che lo diventi per davvero. Una legge che obbliga non è uno scherzo. Sulla scia di quanto fatto dalla Regione Emilia Romagna, la nostra proposta incrocia il prevalente principio della salute e della prevenzione”.

Questo è quanto dichiarato dai due consiglieri regionali Fabiano Amati e Sabino Zinni, riguardo la proposta di legge da loro presentata che obbliga i nimori alla somministrazione del vaccino.

La proposta di legge è stata avanza – come accenato – sulla scia della legge di sanità già adoperata in Emilia Romagna, in cui si obbligano alla vaccinazione tutti i bambini che frequentano gli asili nido, con l’obiettivo disanità vaccino preservare lo stato di salute dei minori e della collettività con cui vengono a contatto.

Il testo di legge proposto dalla Regione Puglia è però diverso  in confronto a quello dell’Emilia, in quanto obbliga non solo i bambini bensì tutti i minori a sottoporsi alla vaccinazione. L’articolo 1, primo fra i cinque presenti nel testo, non chiarisce infatti limiti di età, e di conseguenza l’obbligo sarebbe esteso per i ragazzi fino ai 17 anni.

“Il nostro obiettivo non è quello di essere più duri nell’applicazione della legge: abbiamo volontariamente evitato di specificare l’età per lasciarla definire ai lavori di commissione e di consiglio” – ha spiegato il consigliere Amati.

La somministrazione del vaccino sarà inoltre un requisito esenziale per l’ammissione dei minori presso gli istituti scolastici pubblici e privati, sia di asili nido sia di scuole elementari e medie inferiori e superiori, come prescritto nell’articolo 5: “Saranno inflitti dai 250 ai 2500 euro di multa a carico dei responsabili delle strutture educative che, avendo accertato il mancato adempimento agli obblighi vaccinali, si astengano dal disporre il divieto d’affissione del minore alle strutture e/o la mancata comunicazione alle autorità deputate a emanare o richiedere, gli atti che l’ordinamento appresta per superare tali inadempimenti”.

L’esenzione alla vaccinazione sarà consentita solo nei casi in cui siano accertati pericoli concreti per la salute del minore.

Il disegno di legge dovrà adesso passare al vaglio della commissione e poi essere approvato in consiglio comunale. Intanto la proposta ha buon riscontro dalla comunità scientifica e dalla sanità, come afferma il  professore associato di Igiene dell’Università degli Studi di Bari, Maria Chironna:

“Una buona notizia, speriamo che possa essere approvata a breve. Mi sembra giusto che l’accesso alle comunità possa essere garantito per i bambini che non siano fonte di contagio per gli altri coetanei, considerato il calo di vaccinazioni negli ultimi tempi”.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Micaela Cavestro

Check Also

festa dei popoli

Dal 1 al 3 giugno a Punta Perotti torna la Festa dei Popoli: “rete che promuove la comunità multiculturale”

Presentata oggi la Festa dei Popoli 2017, manifestazione organizzata dall’associazione Abusuan: “coronamento di un percorso …