Home » Cronaca » Processo Parisi, il Comune si costituisce parte civile. Decaro: “Bari non ha paura”
sindaci

Processo Parisi, il Comune si costituisce parte civile. Decaro: “Bari non ha paura”

Il sindaco stamattina in Tribunale per costituirsi a nome della Città parte civile nel processo contro il clan Parisi: “a questa città fatto grave danno economico e d’immagine

Questa mattina il sindaco Antonio Decaro ha voluto essere presente nelle aule di tribunale, a Bari in via Nazariantz per l’udienza del processo sulle estorsioni ai danni dei commercianti del quartiere Carrassi, e a Bitonto per l’udienza preliminare nel processo contro il clan Parisi per le estorsioni ai danni di alcuni imprenditori della città. In entrambi i procedimenti giudiziari il Comune di Bari si è costituito parte civile.

Oggi ho ritenuto doveroso essere qui per rappresentare una città che tiene la schiena dritta – ha detto Decaro – una città fatta di tante persone che quotidianamente lavorano rispettando le regole in contrapposizione a chi invece pratica il malaffare. Ci siamo costituiti parte civile per denunciare il danno economico e di immagine che è stato fatto a questa città e sono voluto venire personalmente per dimostrare agli imprenditori, ai commercianti e ai cittadini che hanno collaborato, che le istituzioni non si girano dall’altro lato, perché è facile lanciare appelli e poi farsi da parte. Oggi siamo qui per ricordare a quelle persone – imprenditori, commercianti, cittadini – che non sono sole. Per fortuna la nostra città ha deciso di cambiare registro, i cittadini non hanno più paura, reagiscono e denunciano chi compie estorsioni ai danni delle loro attività”.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Redazione ZON

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Check Also

Attività estive per disabili, on line il bando

Le attività dovranno garantire momenti di socializzazione, conoscenza del territorio promozione di culture. Bottalico: “Anche …