Home » Attualità » Pane e Pomodoro, troppe barriere architettoniche. Galasso: “lavoriamo per renderla accessibile a tutti”
pane e pomodoro

Pane e Pomodoro, troppe barriere architettoniche. Galasso: “lavoriamo per renderla accessibile a tutti”

Stamattina il sopralluogo a Pane e Pomodoro dell’assessore e del consigliere comunale Livrea per constatare lo stato degli scivoli di accesso per i disabili: “cerchiamo le soluzioni migliori per permettere a tutti di accedere

Pane e Pomodoro non è una spiaggia a misura di disabile. Troppe barriere architettoniche impediscono ai cittadini con disabilità motorie di fruire del sito di balneazione preferito dai baresi nella loro città.

A sollevare la questione è stato Marco Livrea, consigliere incaricato dal sindaco alle Politiche di tutela del diritto dell’accessibilità urbana, che stamattina ha “trascinato” proprio a Pane e Pomodoro l’assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Galasso e i tecnici comunali, per far sì che verificassero con i loro occhi lo stato in cui versano gli scivoli di accesso alla spiaggia dedicati ai disabili.

Dal sopralluogo, infatti, è emerso che gli scivoli che si trovano in corrispondenza dei marciapiedi presentano delle curvature che non permettono l’agile accesso alla spiaggia ai disabili. Tali difetti sussistono in quanto, al momento della costruzione, gli scivoli sono stati penalizzati dall’altezza dei marciapiedi e dalle intercapedini degli edifici che non consentivano di effettuare un’opera diversa da quella attuale.

Su suggerimento dello stesso Livrea, dunque, l’amministrazione comunale ha avuto modo di constatare l’urgenza di alcune migliorie alle infrastrutture per l’accesso alla spiaggia di Pane e Pomodoro destinato ai disabili. In particolare, dal sopralluogo di oggi è emersa come soluzione l’introduzione già dai prossimi giorni di un un corrimano curvilineo, che potrà rendere agibile l’accesso alle rampe.

Abbiamo verificato tutti gli scivoli presenti nell’area, sia sul lato della spiaggia sia su quello opposto – ha commentato Giuseppe Galassoanche in previsione dello svolgimento della gara di triathlon “Bari ZeroBarriere” che si terrà a settembre. Per adattarli al meglio alle esigenze dei cittadini in carrozzella abbiamo cercato la soluzione migliore per abbattere le barriere architettoniche presenti grazie al montaggio di un corrimano, che sarà posizionato nei prossimi giorni“.

Stiamo lavorando per far sì che molti ostacoli vengano eliminati per consentire a coloro che hanno delle disabilità fisiche di muoversi più agevolmente – assicura l’assessore. Peraltro, proprio in questi giorni, le associazioni che si occupano di disabilità stanno visionando con attenzione la bozza del PEBA (Piano per l’eliminazione delle barriere architettoniche, ndr), approvato a fine dello scorso anno, per esaminarlo ed eventualmente annotare le loro osservazioni. A giugno ci incontreremo al fine di recepire queste osservazioni e le eventuali migliorie al piano e, in questo modo, avviare l’iter per l’approvazione definitiva. Stiamo anche perfezionando gli ultimi dettagli del capitolato speciale d’appalto per l’accordo quadro relativo ai lavori previsti dal PEBA che prevede, in tre anni, l’impiego complessivo di 900mila euro in modo da mandare in gara l’accordo entro fine luglio. Si tratta di risposte concrete che l’amministrazione comunale sta offrendo alla città, anche grazie al continuo confronto con Marco Livrea”.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Riccardo Resta

Riccardo Resta
Laureato in scienze filosofiche presso l'Università degli Studi di Bari. Ho collaborato per quattro anni con il blog sportivo palogoal.it, per cui ho scritto più di mille articoli ed ho curato le rubriche sul calcio estero, sul tennis e sul Bari calcio. Capo redattore della testata bari.zon.it e collaboratore della testata di critica musicale distorsioni.net. Amo gli sport, la musica e tutto ciò che è brit.

Check Also

clown terapia

Nuova legge regionale sulla clown terapia, le associazioni attaccano: “non mercificate il volontariato!”

Le associazioni di volontariato VIP di Bari e Lecce si scagliano contro la legge regionale …