Home » Attualità » Japigia, al via i lavori del parco urbano. Decaro: “da qui inizia il patto per le periferie”
japigia

Japigia, al via i lavori del parco urbano. Decaro: “da qui inizia il patto per le periferie”

Avviato stamani il cantiere per la costruzione del parco urbano di Japigia. Il sindaco: “daremo a questa città le aree verdi di socializzazione che non ha mai avuto

Le periferie baresi iniziano a prendere nuova forma. Si comincia dal quartiere Japigia e dal nuovo parco urbano, dove è stata messa stamani la prima pietra del più ampio progetto di riqualificazione delle zone periferiche di Bari e dei comuni dell’Area Metropolitana, che di recente si è aggiudicata i fondi erogati dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri con il progetto “Periferie Aperte”.

fgL’incipit di questo percorso di restituita dignità ai luoghi periferici della città, come detto, stamattina: il sindaco di Bari Antonio Decaro, accompagnato dall’assessore comunale ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, dalla presidente del Municipio Micaela Paparella e da alcuni consiglieri municipali, ha partecipato all’avvio dei lavori per la realizzazione del parco urbano previsto nell’ambito del P.I.R.P. di Japigia, tra via Suglia, via Toscanini e via Troisi.

Il parco che sorgerà nell’area di Japigia, infatti, dà voce a una richiesta della cittadinanza che da tempo reclama spazi aperti fruibili in un quartiere a forte densità abitativa che ad oggi dispone di diversi spazi pubblici, finora utilizzati solamente come aree di transito. Nasce con questo intento, dunque, il progetto dell’amministrazione di creare un parco che funga da cerniera tra i nuclei abitativi realizzati a ridosso dell’area.

Oggi in questo luogo diamo il via al patto delle periferie che non parte con una firma su un foglio, bensì con un atto concreto – annuncia il sindaco sul cantiere – l’avvio dei lavori per realizzare un parco. Sarà un’area verde che fungerà da cerniera tra due zone dello stesso quartiere ad alta densità abitativa, un’oasi verde polifunzionale che si aprirà alla creatività di tutti i cittadini che vorranno viverla e contaminarla con le proprie attività e abitudini: i bambini potranno giocare nelle due aree ludiche che saranno realizzate, si potrà passeggiare o andare in bici e fare sport o semplicemente godere di una bella giornata all’aperto, perché il nostro obiettivo principale è creare spazi di aggregazione e socializzazione nei quartieri, in questo caso parliamo di un luogo dove abitano migliaia di cittadini e che esprime una tradizione di mix sociale su cui noi intendiamo investire“. hf

“I lavori che cominciano oggi – continua Decaro – riguarderanno un’area verde grande quasi la metà di Parco 2 giugno, saranno circa 18.000 metri quadri di parco che ospiteranno 225 alberi, oltre 1500 piante, aree gioco e percorsi ciclopedonali che offriranno a grandi e piccoli la possibilità di avere uno spazio da vivere insieme“.

Iniziamo da qui, da Japigia con il patto delle periferie che toccherà tutti i quartieri di Bari e che si sostanzierà in tanti programmi di rigenerazione urbana che tengono insieme la riqualificazione fisica degli spazi con la valorizzazione e il coinvolgimento dei talenti e delle competenze dei giovani di questa città. Abbiamo ricevuto un finanziamento dal Governo proprio per la riqualificazione e la creazione di alcune aree pubbliche nei quartieri Libertà e San Paolo ma non ci fermeremo e proseguiremo su tutto il territorio cittadino. Vogliamo dare a questa città le aree verdi che non ha mai avuto, ponendoci come obiettivo la piantumazione di circa 10.000 alberi in questi cinque anni”, la choisa di Decaro.

rtrhdI dettagli tecnici, invece, sono affidati alla descrizione dell’assessore Galasso, che spiega: “il parco è costituito da un nucleo a forma di “L” con tre accessi posizionati su diversi lati dell’area, attraversato da un grande camminamento centrale che condurrà a tutte le funzioni previste nel parco. Ci saranno circa 10.000 metri di area pedonale, di cui 1.400 di prato, differenti aree gioco per bambini di diverse età e un campo di calcio a 5 con adiacente gradinata per circa 200 spettatori. Tutta la zona sarà illuminata con oltre 60 lampioni, arredata con 60 panchine per 300 posti a sedere e sorvegliata con dispositivi di videorveglianza. L’intervento prevede anche la riqualificazione dell’area già esistente in via Troisi, oggi adibita alla sosta di automobili, che ospiterà alberature e piante, oltre a nuovi marciapiedi e posti per motocicli e biciclette”.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Riccardo Resta

Riccardo Resta
Laureato in scienze filosofiche presso l'Università degli Studi di Bari. Ho collaborato per quattro anni con il blog sportivo palogoal.it, per cui ho scritto più di mille articoli ed ho curato le rubriche sul calcio estero, sul tennis e sul Bari calcio. Capo redattore della testata bari.zon.it e collaboratore della testata di critica musicale distorsioni.net. Amo gli sport, la musica e tutto ciò che è brit.

Check Also

Volontariato

Torna a Bari Volontariato in Piazza. Domani 50 associazioni si raccontano in corso Vittorio Emanuele

Tutto pronto per l’undicesima edizione di Volontariato in Piazza, manifestazione organizzata dal CSV San Nicola …