Furto e sequestro in gioielleria, arrestato un pregiudicato 29enne

0
sparatoria

La Polizia arresta il colpevole di un furto ai danni di un gioielliere del centro di Bari, picchiato dal malvivente. Il bottino sottratto all’esercizio era pari a 200.000 Euro

Ha fatto irruzione in una gioielleria situata nel quartiere Murattiano a Bari, legando il titolare dell’esercizio con del nastro adesivo, non prima di averlo selvaggiamente picchiato. Il bottino del violento furto è pari a 200.000 Euro, ovvero la stima delle pietre e dei gioielli sottratti.

La corsa del ladro, il pregiudicato ventinovenne Vincenzo Carone, a bordo del suo scooter, è durata molto poco. L’uomo è stato intercettato dagli agenti della Questura di Bari, mentre era ancora in possesso della refurtiva.

Fondamentali per risalire all’identità dell’autore del furto le immagini provenienti dalle telecamere di video sorveglianza installate sia all’interno che all’esterno del negozio. Dalla visione dei filmati, infatti, gli agenti di Polizia sono riusciti a leggere la targa dello scooter modello Scarabeo Aprilia, a bordo del quale il ladro (alla fine rivelatosi anche intestatario del mezzo) era fuggito.

Carone è accusato di sequestro di persona a scopo di rapina e detenzione illegale di arma da fuoco. Oltre alla refurtiva, la Polizia ha sequestrato anche lo scooter con cui l’uomo era fuggito e la giacca utilizzata per compiere il furto, entrambi abbandonati a Capurso, lungo una strada di campagna.