Home » Politica » D’Ambrosio Lettieri: “sostegno alle forze dell’ordine”
d'Ambrosio lettieri

D’Ambrosio Lettieri: “sostegno alle forze dell’ordine”

Il Sen. d’Ambrosio Lettieri (CoR) difende l’operato delle forze dell’ordine, durante la festa di San Nicola, e attacca un amministrazione ferma per 12 anni

Dopo gli scontri avvenuti nella notte del 9 Maggio tra gli “abusivi” delle fornacelle e le forze dell’ordine, il Senatore Luigi d’Ambrosio Lettieri (Conservatori e Riformisti) dichiara in una sua nota rivolta alla stampa:

«Rispettare e far rispettare le regole è presupposto essenziale e imprescindibile perché una comunità possa dirsi civile, veramente libera e democratica. Il minimo sindacale è che le istituzioni se ne facciano esempio e veicolo concreto, sempre e con chiunque. Il sostegno non solo formale all’operato di forze dell’ordine e vigili urbani adoperatisi durante i festeggiamenti per il santo Patrono nel contrasto ad ogni forma di illegalità e di abusivismo non solo è fuori discussione, ma deve essere forte e pubblico. Come pure la solidarietà ad un sindaco minacciato perché fa rispettare le regole.

Fatta questa doverosa premessa, occorre andare oltre la punta dell’iceberg che in questi giorni ha visto i poliziotti schierati in tenuta antisommossa per proteggere i cittadini e i lavoratori perbene. Perché su quello stesso lungomare, negli stessi luoghi della movida barese e nelle piazze di tutta la città regna ben altro che il clan delle fornacelle.
Sotto l’iceberg alimenta e prolifera una piovra – altro he polpo – che controlla territorio, affari e persone, incoraggiata dal vuoto pneumatico di politiche sociali e urbanistiche, dal degrado in cui versa gran parte della città, dalla convinzione neppure tanto velata, anzi palese, che ai proclami della politica non seguano mai i fatti. E che, piuttosto, la propaganda sia una bella foglia di fico dietro cui continuare a farsi i fatti propri.
E’ emblematico, poi, che san Nicola sia riuscito a mettere insieme in pochi giorni abusivi delle fornacelle, la forte denuncia del capo della Procura di Bari, il povero migrante del Cara morto sotto il Frecciabianca e l’arresto di tre presunti terroristi che dalla nostra città preparavano attentati e organizzavano traffico di esseri umani. Non saranno direttamente collegati tra loro, questi avvenimenti, ma tutto si tiene. E Bari non fa eccezione.»

Il Sen. d’Ambrosio Lettieri conclude la sua nota dicendo:
«Siamo, dunque, strafelici che il sindaco Decaro sia uscito dal cono d’ombra di dieci anni – più due della sua – di amministrazione caratterizzata da zero fatti e un mare di propaganda abusiva che millantava una città libera e felice, ma ci ha consegnato la città che è sotto gli occhi di tutti. Saranno strafelici tutti i baresi che non vogliono arrendersi allo stato delle cose se davvero è cominciato un nuovo corso della amministrazione della cosa pubblica, che su argomenti come sicurezza, legalità e welfare non potrà che trovarci costruttivi e al di sopra delle parti»


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Redazione ZON

I nostri interlocutori sono i giovani, la nostra mission è valorizzarne la motivazione e la competenza per creare e dare vita ad un nuovo modo di “pensare” il giornalismo.

Check Also

abusi

Santo Spirito, abusi sessuali su una 12enne. In manette due giovanissimi componenti della baby gang

I Carabinieri hanno eseguito la misura di custodia cautelare nei confronti di due 17enni, accusati …