Dai domiciliari al carcere. In casa custodiva droga e una pistola

0
domiciliari

E’ stato trasferito in carcere il 29enne Marco Barone, trovato in possesso di armi e droga mentre era sottoposto ai domiciliari

Dagli arresti domiciliari al carcere. Questo il provvedimento preso nei confronti di Marco Barone, classe 1988, perché trovato in possesso di droga e armi mentre era sottoposto alla misura dei domiciliari per precedenti reati analoghi. Sull’uomo, infatti, pendono le accuse di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione illegale di arma comune da sparo clandestina e relativo munizionamento, aggravate dalla flagranza di reato.

Gli agenti della Polizia, infatti, entrando nel suo appartamento di Bari hanno ritrovato e conseguentemente sequestrato 35 involucri in cellophane trasparente contenenti marijuana. Approfondendo la perquisizione, gli agenti della Questura hanno rinvenuto anche un’arma clandestina. Si tratta di una pistola revolver calibro 357 magnum di fabbricazione russa (marca “Zastava”), con matricola abrasa. La pistola constava di un tamburo caricato con sei cartucce calibro 38 special.