Bari, Morleo si presenta: “qui per riprendermi la A”

0
morleo

Stamattina la presentazione ufficiale di Archimede Morleo, primo acquisto di gennaio in casa Bari: “volevo venire già in estate, ma il Bologna disse no

E’ già iniziata a pieno regime la campagna invernale di acquisti per il Bari, che già nel primo giorno di mercato ha ufficializzato l’arrivo di Archimede Morleo (“devo il mio nome a mio nonno“), terzino sinistro classe 1983 poveniente dal Bologna. Il trentaquattrenne mancino ha firmato con il Bari un contratto per una stagione e mezza, fino al 30 giugno 2018.

Stamattina proprio l’ex rossoblù si è presentato a stampa e tifosi indossando la sciarpa biancorossa: “sono qui perché voglio riprendermi la Serie A – esordisce col botto Morleo. Nell’ultimo periodo a Bologna ho fatto il massimo per trovare spazio, ma avevo già capito da più o meno un anno che la mia avventura lì era finita. Ho comunque dato il massimo per farmi trovare pronto, o col Bologna o in un’altra squadra. Fisicamente mi sento bene; ho sempre svolto gli allenamenti. Non vedo l’ora di tornare a giocare”.

Per l’esperto terzino si tratta di un ritorno a casa. Lui, originario di Mesagne, infatti aveva già da tempo spinto per trasferirsi nella sua natia Puglia: “avevo insistito anche in estate per trasferirmi qui a Bari – il retroscena svelato da Morleo in conferenza – ma il Bologna si mise di traverso“. Decisivo, in questa trattativa, il ruolo di Ciccio Brienza, amico ed ex compagno di Morleo al Bologna: “con Franco ci siamo sentiti spesso e avevo già visto diverse partite del Bari. Se sono qui è merito del diettore Sogliano che ha avuto fiducia in me e mi ha voluto“.

Morleo, dunque, sbarca in Puglia con grandi ambizioni, corroborate da un progetto tecnico che lo fa sentire fiducioso e coinvolto: “a questo Bari non manca la qualità – dichiara Morleo; forse finora quel che è mancato è stata un po’ di autostima in più. Il Bari ha in rosa il giusto mix di giovantù e giocatori più esperti. Per questo quando riprenderà il campionato dobbiamo trovare quella continuità che fa la differenza. Colantuono? Non lo conosco; i primi giorni di allenamento col Bari saranno fondamentali per comprendere e interpretare le nostre qualità. Io, comunque, sono disponibile a giocare sia da terzino in una difesa a 4, sia da terzo a sinistra o a tutta fascia in una difesa a 3“.