Home » Attualità » Auditorium Nino Rota, riapertura a luglio
auditorium nino rota bari riapertura a luglio

Auditorium Nino Rota, riapertura a luglio

Dopo venticinque anni di chiusura, l’Auditorium Nino Rota del Conservatorio di Bari potrebbe riaprire le sue porte nel corso dell’estate, molto probabilmente a luglio

“Altri due mesi e non di più” dichiara il Sindaco di Bari Antonio Decaro durante il sopraluogo all’interno dell’Auditorium Nino Rota del Conservatorio Niccolò Piccinni. Le sue parole si riferiscono alla futura riapertura della struttura musicale, chiusa nel 1991 perché non a norma di legge, e mai più riaperta nonostante i lavori di ristrutturazione incominciati nel 2009 e finiti ben 2 anni fa.

Nel corso del sopraluogo, il primo cittadino è stato costretto ad alzare la voce con i responsabili dei lavori, al fine di sollecitare gli ultimi atti burocratici che separano l’auditorium (da 750 posti) dalla sua riapertura: “I tecnici hanno preso degli impegni precisi con la presidentessa” ha affermato il sindaco.24-05-16-sopralluogo- auditorium

Non a caso, ad affiaccare Decaro nel suo intervento è stata presente la presidentessa del Conservatorio Marida Dentamaro e il rispettivo direttore Giampaolo Schiavo, insieme ai tecnici comunali e ai tecnici responsabili dell’intervento di recupero e ammodernamento della struttura, che hanno anch’essi ribadito la massima attenzione sulla materia.

“Non daremo respiro né ai tecnici né all’impresa, anche perché, rimosso l’ostacolo dei fondi ministeriali, andremo avanti a tamburo battente” ha dichiarato la presidentessa.

Infatti non sono tanto i fondi ministeriali ha creare problemi, bensì il fatto che la struttura dell’auditorium è ingarbugliata in un intreccio burocratico e polico, tra, giochi istituzionali, impegni non rispettati, e pagamenti mancati.

“È stato difficile arrivare fin qui”– ha confessato il primo cittadino –” Ma ormai la struttura è pronta, e il Miur (Ministero dell’Istruzione Università e Ricerca) ha finanziato l’ultima tranche da 650mila euro alla ditta appaltatrice per completare il pagamento dei lavori. Ora ci vorranno due settimane affinché il ministero dell’Economia e finanze trasferisca materialmente questi fondi”.

Per rivedere l’auditorium riaperto ci vorrà quindi ancora un po’ di tempo, tempo in cui il deposito del progetto, la consegna del certificato di collaudo, e le certificazioni dell’impiantistica realizzata (ottenute dopo una verificata della struttura), verrano rilasciati alla Commissione di vigilanza e ai Vigili del Fuoco, che nel giro di due settimane potranno finalmente rilasciare la licenza d’uso, ovvero l’autorizzazione all’esercizio di pubblico spettacolo.

24-05-16-sopralluogo- auditorium“Tutti manterranno la parola data: i tecnici responsabili della progettazione, della direzione dei lavori e del collaudo, hanno assunto impegni precisi quanto alle date. Adesso la palla è nelle loro mani” ha commentato la presidentessa Dentamaro, ringraziando in ultimo tutti coloro che stanno a loro volta supportando questa impresa difficile per rimuovere tutti gli ostacoli creatisi negli ultimi anni: tutta la struttura del Conservatorio, il Consiglio di Amministrazione, il Consiglio accademico, e il sindaco Antonio Decaro; che ribadisce ancora l’importanza dell’apertura dell’auditorium, per poter restituire al territorio un luogo che si presta naturalmente non solo alle attività del Conservatorio, ma anche a altre possibili iniziative esterne. “Ora il percorso per restituire alla nostra comunità uno dei luoghi fondamentali dedicati alla musica è finalmente chiaro”.


GUARDA, ASCOLTA .... SCRIVI !!!
Leggi e Commenta le nostre rubriche e rimani aggiornato con un LIKE sulla nostra pagina FB

About Micaela Cavestro

Check Also

Volontariato

Torna a Bari Volontariato in Piazza. Domani 50 associazioni si raccontano in corso Vittorio Emanuele

Tutto pronto per l’undicesima edizione di Volontariato in Piazza, manifestazione organizzata dal CSV San Nicola …